21.6 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Chiusura forzata per un agriturismo a Pasiano di Pordenone

15.11.2019 – 18.45Un agriturismo alla mano, per un esperienza piuttosto spartana, dove gli ospiti potevano dormire addirittura nella rimessa tra trattori e attrezzi. Nell’azienda gestita da un 65enne friulano, gli avventori che si fermavano per la notte, soprattutto gli operai di passaggio nel fine settimana, erano sistemati su brandine collocate nelle pertinenze della struttura, in ambienti angusti ed esposti alle esalazioni dei carburanti dei mezzi agricoli, il tutto senza il rispetto di nessuna norma e con pagamenti in nero, senza rilascio di fatture o ricevute. Il provvedimento di chiusura per 60 giorni disposto ieri, giovedì 14 novembre, dal Questore di Pordenone dott. Marco Odorisio, è stato emesso in seguito agli accertamenti che hanno evidenziato le gravi violazioni in materia di sicurezza pubblica, incolumità fisica delle persone, l’assenza di condizioni igienico-sanitarie, evasione fiscale. L’Alloggio e ristoro agrituristico La Quercia a Pasiano di Pordenone, era già stato oggetto di precedenti interventi con interdizione all’attività, da parte del Comune di Pasiano e dell’Azienda Sanitaria locale, a causa di infezioni cutanee da acari del legno, contratte da alcune persone alloggiate nella struttura.

Il personale della Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Pordenone, il 12 novembre, dopo aver effettuato un’ispezione nell’agriturismo, avevano riscontrato la presenza di alcuni ospiti, alloggiati da oltre una settimana, i cui nominativi non erano stati trasmessi alla Banca Dati della Polizia di Stato, come previsto dall’art. 109 del T.U.L.P.S., accertando la non idoneità della struttura alloggiativa per carenze igienico-sanitarie, mai sanate dal 2013. Vista la grave situazione, è stato adottato il provvedimento d’urgenza, con la sospensione per 60 giorni dell’attività – ex art. 100 T.U.L.P.S, il Questore dott. Marco Odorisio, al riguardo ha sottolineato “Di fatto nell’attività ricettiva in argomento si sono verificate gravi mancanze per quanto concerne la pubblica sicurezza […] con seri rischi per l’incolumità fisica degli ospiti, costretti a dormire in ambienti privi di ogni requisito di vivibilità. Grave anche la situazione igienico-sanitaria, con accertati casi di infezioni cutanee contratte per punture dell’acaro del tarlo. Necessario quindi un intervento immediato e risolutore.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore