FVG, Scoccimarro: ‘Obiettivo amianto zero, ma serve nuova discarica’

19.11.2019 – 07.48 – La conferenza regionale amianto, inaugurata ieri al Teatro comunale di Monfalcone (Gorizia), ha visto la partecipazione dell’assessore dell’ambiente, Fabio Scoccimarro, che ha promesso in futuro “amianto zero” nel Friuli Venezia Giulia.
La mappatura con i droni, promessa a giugno, è già iniziata in 24 Comuni della Regione: l’obiettivo è individuare non solo le coperture più importanti, ma quelle che si sono deteriorate, così come le micropresenze difficili da localizzare.
I rifiuti pericolosi richiedono apposite discariche; tema dolente in regione che dispone solo di quella di “Croce Vial” la quale ha ormai da tempo superato la capienza massima. Scoccimarro ha confessato che “dovremo individuarne e predisporne un’altra dotata di tutte le opportune caratteristiche di sicurezza. Il problema esiste e non possiamo mettere la testa sotto il tappeto”.

Nella fase introduttiva del convegno, moderato dal presidente della Commissione regionale amianto, Fabio Vassallo, è stato ricordato che il Monfalconese è tra le zone del mondo maggiormente colpita dalle patologie correlate all’amianto. La drammatica incidenza è stata rievocata dai rappresentanti delle associazioni vicine agli esposti, Amianto mai più Monfalcone, associazione Esposti amianto Fvg, Eara, Anmil e Lilt.

“Dal punto di vista sanitario abbiamo la consapevolezza che la vicenda non è finita e che durerà a lungo perché l’amianto è una bomba a orologeria”, ha rilevato il sindaco di Monfalcone, Anna Cisint, che ha appuntato la data del 14 dicembre in cui sarà ricordato nel locale Museo della cantieristica l’anniversario del memoriale amianto.