19.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Violenza di genere: al via la ‘Campagna dinamica di sensibilizzazione’

31.10.2019 – 17.35 – “Un messaggio chiaro attraverso degli slogan mirati sia contro la violenza alle donne sia ai figli che la subiscono.” Queste le parole dell’assessore alle Pari Opportunità del Comune di Trieste, Francesca De Santis, pronunciate nel corso della presentazione della “campagna dinamica di sensibilizzazione contro la violenza su donne e minori e sugli stereotipi di genere“, promossa dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di Trieste, in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi FVG e l’associazione onlus Inter Pares. Nello specifico, l’iniziativa, proposta per il secondo anno, prevederà l’affissione di manifesti ed altri gadget sugli autobus ed in alcune zone della città.
La campagna di sensibilizzazione è stata illustrata questa mattina in Municipio, da parte dell’assessore comunale Francesca De Santis e dalla presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune, Laura Di Pinto, con gli interventi della vicepresidente della Commissione, Giulia Bernardi, Federica Parri, membro della Commissione ed il consigliere regionale Giandomenico Bagatin dell’Ordine degli Psicologi.

“Sono orgogliosa di presentare questa campagna, grazie al grande supporto della Commissione Pari Opportunità, da cui è nata l’idea della campagna, si è voluto trattare un tema drammaticamente attuale e ancora troppo presente” ha spiegato l’assessore. “I numeri parlano chiaro: Trieste ha il più alto numero di denunce per violenza sessuale in rapporto agli abitanti. Nel 2017 si aveva una media di 22,44 segnalazioni ogni 100 mila abitanti scese a 16,63 nel 2018 e al 14% nel 2019. E’ sempre un dato troppo elevato. Moltissime sono le richieste di aiuto al centro antiviolenza Goap.” Ha poi aggiunto, sottolineando “C’è ancora pertanto molto da fare nella società affinché vi sia la parificazione uomo-donna. È importante non indietreggiare” ha poi concluso “perché tutte le conquiste normative per arginare la violenza sulle donne votate dal Parlamento sono partite da piccole ma significative iniziative come quella che il Comune di Trieste darà in tutti gli autobus cittadini perché si è già sperimentato che possono portare ottimi risultati”.

Ad intervenire, illustrando l’iniziativa nel dettaglio, la presidente Di Pinto: “Tutti gli slogan dei poster e delle foto che saranno affissi sugli autobus, assieme a dei ‘segnalibro’ che saranno distribuiti in tutte le librerie, nelle scuole e nelle piazze, sono stati realizzati in collaborazione con l’Ordine degli Psicologi e l’associazione Inter Pares proprio per creare un grande effetto sulla gente attirando l’attenzione affinché questo problema sia recepito. Un metodo” ha poi aggiunto “che abbiamo già collaudato e che ha dato ottimi riscontri”.

E’ importante focalizzare l’attenzione su tutti, uomini e donne, contro gli stereotipi di genere” ha spiegato infine il consigliere Bagatin, il quale ha collaborato al progetto assieme a Federica Parri. “Si tratta, in primo luogo attraverso un’informazione mirata, di contribuire a un cambiamento culturale della società sensibilizzando tutta l’opinione pubblica per cui abbiamo realizzato degli slogan con delle immagini che riguardano situazioni problematiche vissute nella coppia e che investono anche i figli.”

spot_img
Avatar
Nicole Petruccihttps://www.triesteallnews.it
Giornalista iscritta all'Ordine del Friuli Venezia Giulia. Direttrice responsabile

Ultime notizie

Dello stesso autore