8.4 C
Trieste
giovedì, 1 Dicembre 2022

Vigili del Fuoco vicini al Burlo Garofolo, sul tema “soccorso alla disabilità”

05.09.2019 -15.20- Vigili del Fuoco e Burlo Garofolo, due realtà cittadine fianco a fianco per un progetto comune incentrato sul “soccorso alla disabilità”.  Si è tenuto questa mattina l’incontro nella Sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco alla presenza del Commissario Straordinario del IRCCS Burlo Garofolo, dott.ssa Francesca Tosolini ed il Vicepresidente e assessore alla salute, dott. Riccardo Riccardi e del Comandante provinciale, arch. Mauro Luongo. E’ stata quindi confermata ufficialmente la collaborazione tra i Vigili del Fuoco di Trieste e l’IRCCS Burlo Garofolo, sul progetto di prevenzione legato al soccorso delle persone con esigenze specifiche.

“Oggi ci siamo riuniti non per parlare di emergenza ma è un momento in cui condividere dei percorsi di prevenzione, in ambiti in cui le procedure standard non sono sufficienti e anche serve un aggiornamento continuo” ha dichiarato dott.ssa Tosolini che ha poi continuato, questo accordo serve anche a stabilire come intervenire in casi di emergenza, quando non c’è la possibilità di pensare troppo, non c’è la possibilità di avere un confronto diretto anche con medici specialistici e c’è necessità”. L’iniziativa ha subito trovato il favore e il pieno appoggio da parte dei Vigili del Fuoco, tra l’altro chiamati a svolgere la “parte tecnica” in situazioni di emergenza, ovvero intervengono per spostare i pazienti in caso di necessità, dovendo stare attenti a macchinari e procedure da seguire per mettere in sicurezza le persone ricoverate presso la struttura ospedaliera, senza aggravare le loro condizioni o provocare danni irreversibili. La collaborazione in parola ha portato alla pianificazione di specifiche procedure operative congiunte da attuare in caso di soccorso tecnico urgente all’interno dei locali sanitari.

In questa occasione si è quindi voluto in modo simbolico rappresentare la volontà di proseguire la collaborazione in termini di conoscenze tecniche e di reciproca formazione informazione in merito alle varie problematiche. L’assessore Riccardi ha poi concluso “Io credo che questa esperienza di approfondimento, possa in qualche modo trovare una sorta di moltiplicazione presso le altre strutture, perchè difronte a questi fenomeni noi ci rendiamo conto di cosa può realmente succedere. […] Speriamo da qui di estendere e migliorare queste condizioni all’intero sistema, dove ci sono dei presidi sanitari importanti”.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore