Presentata la start-up dedicata al turismo esperienziale enogastronomico

05.09.2019 – 09.30 – Presentato ieri alla stampa il progetto Italia Delight, la piattaforma che permette ai viaggiatori di scoprire e prenotare con facilità le migliori esperienze enogastronomiche del territorio.
Il sito, già visitabile on-line, si configura come un marketplace, quindi una sorta di motore di ricerca delle visite alla scoperta di aziende agricole, cantine e non solo sparse in tutta Italia e si avvale di un’interfaccia grafica che rende il processo di acquisto rapido e sicuro. Tutte le esperienze, i tour e le attività sono suddivise per destinazioni, categorie e servizi, per cui è possibile completare la prenotazione in maniera autonoma ricevendo tutte le informazioni necessarie.

E’ possibile prenotare anche esperienze di più giorni o esperienze “ibride”, che coniugano enogastronomia ed altre attività del territorio, dall’archeologia alla visite naturalistiche. In questo modo il visitatore può scoprire luoghi potenzialmente non ancora noti e vivere un’esperienza centrata sui propri gusti e interessi culinari.
Aldo Giuliani, amministratore delegato di Italia Delight, spiega:“Non ci limitiamo a proporre esperienze standardizzate ma consentiamo al cliente di richiedere esperienze su misura per il proprio viaggio: date, trasporto, servizi di traduzione, pasti o pernottamenti extra.”

Per fornire un servizio più possibile a misura di cliente, infatti, l’azienda sta sviluppando un network per la creazione di servizi di viaggio interamente personalizzati, coinvolgendo agenzie di viaggio, tour operator, hotel, guide turistiche e servizi per la mobilità per poter offrire al viaggiatore un’esperienza di viaggio a 360 gradi.
“Vogliamo valorizzare l’Italia e far conoscere l’enorme potenzialità del turismo enogastronomico, strettamente legato a tradizioni locali, antiche e variegate.” continua Giuliani “La nostra strategia digitale predilige lo storytellingdel viaggio, del territorio e dei produttori, facendo della disintermediazione il nostro cavallo di battaglia.”

La start-up è già attiva nel Nord-Est ma per quanto riguarda il Friuli Venezia Giulia non ci sono ancora proposte di visite ed esperienze disponibili per i turisti; è certo che non tarderanno ad arrivare, visto la grande abbondanza di aziende enogastronomiche d’eccellenza sul territorio regionale. Nel vicino Veneto sono disponibili le visite “Dove vive il contadino” ad Illasi (Verona), perconoscere l’olio extravergine di oliva con degustazioni e passeggiata tra gli oliveti e, nella medesima azienda agricola, “La gioia dell’assaggio” per  scoprire le tecniche produttive biologiche del frantoio. In Trentino, in Val di Cembra, è possibile visitare cantine e distillerie ma anche le macellerie dove avviene la lavorazione della “carne fumada”, esempio del caratteristico metodo di conservazione delle carni della valle trentina.