11.6 C
Trieste
sabato, 10 Dicembre 2022

La città si racconta con “Rotte globali: Trieste, il mare, il porto franco”

21.09.2019 – 11.20 –Rotte globali: Trieste, il mare, il porto franco“. Questo il titolo dell’iniziativa presentata nella giornata di ieri e coordinata dall’Istituto Livio Saranz nell’ambito di “inHeritage. I beni culturali del lavoro in Friuli Venezia Giulia: Archivi, Luoghi, Memorie, Culture“, un progetto avviato nel 2017 e realizzato con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia allo scopo di sperimentare un network, virtuale e reale, tra soggetti pubblici e privati che possiedono e conservano patrimoni storico culturali dell’impresa e del lavoro nella regione.
L’iniziativa consisterà in un ricco programma di visite guidate e gratuite – dal 27 settembre al 27 ottobre – ed un InstaMeet, alla scoperta della storia della città e del suo rapporto con il mare: un percorso di conoscenza e di acquisizione di consapevolezza che, come spiegato da Ariella Verrocchio, direttrice scientifica dell’Istituto Saranz, nel corso della conferenza stampa di presentazione “racconta Trieste, che non da oggi si è sviluppata come città globale ed europea. Un percorso che si propone di dare visibilità ai patrimoni culturali in una prospettiva di valorizzazione turistica, in modo da farne emergere anche il forte potenziale economico”.

Dell’Acqua Cesare “La proclamazione del portofranco di Trieste 1855”

Un progetto, quello di Rotte globali, che vede numerose adesioni e partnership, primo fra tutti il Comune di Trieste, che proporrà storie di porto vecchio e di pescherie dismesse a confronto, un InstaMeet in Porto Vecchio ed un omaggio a Pasquale Revoltella, figura di spicco e benefattore della città. Laura Carlini Fanfogna direttrice del Servizio Musei e Biblioteche, si è detta “onorata di far parte di questa flotta e di aver aderito con convinzione a quest’iniziativa, che mette in relazione economia e cultura e consente di mantenere vivo il nostro patrimonio museale, a cui abbiamo attinto — in particolare nel repertorio iconografico — per organizzare gli appuntamenti in programma.”
Ad aderire anche l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, che in tre date offrirà delle visite all’Arsenale e alla Torre del Lloyd curate dall’Associazione Guide Turistiche del Friuli Venezia Giulia.

A sostenere il progetto anche Assicurazioni Generali S.p.A, che metterà a disposizione il proprio Archivio Storico – tra i più grandi archivi assicurativi al mondo – con tre appuntamenti che avranno lo scopo di raccontare la storia dell’impresa ma non solo, anche storie di vita quotidiana passate attraverso la compagnia e che da Trieste hanno fatto tanta strada. Come spiegato da Roberta Spada, responsabile dell’Archivio Storico della compagnia “Grazie alla collaborazione di Roberto Eramo, Sara Dolce e Giuliano Zannier de ‘L’Armonia, Associazione tra le Compagnie teatrali triestine’, non mancheranno le sorprese.

Arsenale del Lloyd
Credit: ZKB

Infine, ad aprire le porte della propria sede anche la storica Francesco Parisi Casa di Spedizioni S.p.A., un’impresa familiare nata a Trieste più di 210 anni fa e che negli ultimi anni ha aperto filiali in Cina e nel sud-est asiatico. Il presidente Francesco Stanislao Parisi, intervenuto alla presentazione, si è detto felice di continuare questo dialogo con la città, iniziato lo scorso anno ospitando nei propri uffici un evento della Società dei Concerti.

Il primo appuntamento si svolgerà venerdì 27 settembre. Per accedere alle visite gratuite sarà necessario effettuare la prenotazione scrivendo a [email protected].

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore