7.6 C
Trieste
sabato, 3 Dicembre 2022

Minorenne friulana stuprata a Jesolo, aggressore condannato con rito abbreviato

27.08.2019 – 18:23 – Il 23 Agosto dell’estate 2018, il venticinquenne Mohamed Gueye, veniva accusato di aver violentato, sulla spiaggia di Jesolo, una ragazzina friulana di 15 anni. Gueye e la giovane si erano conosciuti la sera stessa della violenza, all’interno di un noto locale della movida estiva Jesolana, sito in Piazza Mazzini. Verso tarda sera, avevano poi deciso di recarsi sulla spiaggia (spostamento confermato dalle riprese di alcune telecamere di sorveglianza) e, stando alle dichiarazioni della quindicenne friulana, Gueye avrebbe abusato di lei per poi dileguarsi.

A distanza di 48 ore, l’aggressore veniva individuato a Mestre, dagli uomini della Squadra Mobile, intento a cercare una stanza in cui alloggiare. Una volta arrestato, il senegalese aveva ammesso, sin da subito, di aver avuto un rapporto sessuale con la minorenne ma, aggiungendo, che fosse stato del tutto consensuale.

Oggi, dopo un anno e quattro giorni, il GUP di Venezia ha letto la sentenza. Il senegalese è stato condannato alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione con rito abbreviato. Il PM Massimo Michelozzi aveva chiesto una condanna a sei anni e sei mesi.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore