Maltrattamenti in famiglia. Marito in preda alla gelosia minaccia di morte la moglie

09.07.2019 | 15.20 Disoccupato e spesso ubriaco, maltrattava moglie e figlia e utilizzava i soldi dell’unica entrata della famiglia per far fronte alle “proprie necessità”. Le due donne vivevano ormai da tempo in un clima di violenza sia fisica che mentale, insulti e minacce anche di morte erano all’ordine del giorno. L’uomo in preda a gelosia immotivata, ingiuriava e denigrava la moglie costantemente; in più occasioni l’uomo aveva perpetrato comportamenti minatori nei confronti della donna, arrivando perfino a minacciarla brandendo un coltello. Le vessazioni erano tali che il cittadino serbo aveva più volte vietato alla moglie di uscire di casa se non per andare a lavoro, privandola dei contatti di amici e altre persone al di fuori di lui. Al culmine di una lite e dell’ennesima minaccia di morte, la vittima aveva quindi deciso di recarsi dalle Forze dell’Ordine per denunciarlo una volta per tutte ma, il marito era riuscito a trattenerla prima che uscisse di casa, strattonandola con violenza e strappandole i vestiti indossati. La serie di maltrattamenti subiti dalla donna erano stati reiterati sempre in presenza della figlia minore, costretta ad assistere inerme. Dopo esser finalmente riuscita a denunciare il marito e aver raccontato agli agenti i diversi episodi di violenza subiti, madre e figlia hanno trovato rifugio presso una struttura protetta. Gli elementi raccolti dagli inquirenti hanno permesso di ottenere una misura cautelare a carico dell’indagato che è stato allontanato dalla casa familiare; l’uomo, denunciato per maltrattamenti in famiglia, è stato posto il divieto di comunicare con qualsiasi mezzo con le vittime.