Triestina, presentate maglie e campagna abbonamenti per il 2019/2020

09.07.2019 – È partita ieri, nella magnifica cornice del “Nereo Rocco”, “Testardi come Muli”, ossia la campagna abbonamenti della Triestina per la stagione 2019/2020. La campagna abbonamenti è stata introdotta da una conferenza stampa, a cui hanno partecipato il massimo dirigente alabardato, Mauro Milanese, e il tecnico Massimo Pavanel, insieme al vicesindaco Paolo Polidori, intervenuto per un saluto ai tifosi e per un augurio alla squadra in vista della nuova stagione.

Pavanel, Milanese e Polidori, presenti all’appuntamento con i tifosi.

Se l’obiettivo stagionale sul campo sarà, come la  scorsa stagione, la promozione, per riscattare la delusione patita per la sconfitta nella doppia finale playoff contro il Pisa, anche sugli spalti la società alza l’asticella: dagli oltre 3000 abbonati della passata stagione, si proverà quest’anno a raggiungere quota 4000, per rendere il “Rocco” una vera e propria bolgia inespugnabile, capace di spingere la squadra in campo anche contro gli avversari più ostici. A tal fine, i prezzi dei tagliandi saranno mantenuti invariati rispetto alla scorsa stagione. La campagna abbonamenti si dipanerà in due distinte fasi: la prima, partita ieri, è quella dedicata esclusivamente ai già abbonati, che potranno così esercitare il rinnovo delle tessere, e si concluderà martedì 16 luglio. Dal giorno successivo in poi, invece, sarà la volta della vendita libera.

L’appuntamento di ieri con i tifosi, però, non è servito soltanto a introdurre la nuova campagna abbonamenti, bensì anche per far conoscere al pubblico le maglie che i giocatori alabardati indosseranno in campo. Anche quest’anno, a fornire le divise ufficiali, lo sponsor tecnico HS, che ha optato, per i completi ufficiali, per un ritorno al classico: le tre divise, difatti, saranno a tinta unita: interamente rossa la prima, bianca la seconda e blu scuro la terza. A impreziosire ulteriormente le divise, l’alabarda che – partendo dalla vita – arriva fino al petto e che sarà in un colore leggermente più tenue rispetto al colore della maglia. Sul collo, infine, sarà riportata la scritta “Testardi come Muli”, già motto della campagna abbonamenti, a testimonianza che non si tratta soltanto di uno slogan, ma di un vero e proprio modo di voler affrontare il campo, inseguendo un sogno che già una volta è stato a un passo.

Dettaglio della nuova prima maglia. È possibile notare l’alabarda sull’addome e la scritta “Testardi come Muli” sul collo.

Per quanto riguarda le questioni di campo, l’amministratore unico Mauro Milanese ha anche annunciato un’amichevole di lusso in vista: l’avversario sarà infatti il rinnovato Milan di Marco Giampaolo, in data ancora da stabilirsi. Parlando di mercato, poi, il dirigente ha chiarito come la rosa a disposizione sia già estremamente competitiva e adeguata al raggiungimento degli obiettivi, necessitando di non più di due o tre innesti di grande qualità, che Milanese spera di riuscire a consegnare a mister Pavanel già alla partenza per Piancavallo, dove si terrà il ritiro alabardato a partire dal 14 luglio.

Se in entrata non è ancora stata definita ufficialmente alcuna trattativa, sono già state ufficializzate le prime uscite: oltre a Bolis e Messina, rientrati rispettivamente ad Atalanta e Viterbese Castrense per la fine dei loro prestiti, lasciano la Triestina anche Pizzul, che si trasferirà per una stagione in prestito al Renate, e Valentini, che – dopo essere rientrato dal prestito semestrale alla Viterbese – giocherà la stagione 2019/2020 ancora in prestito, stavolta all’Alessandria. Da chiarire ancora le situazioni dei giocatori in scadenza di contratto: soltanto Steffè sembra vicino a un accordo per prolungare la propria permanenza in alabardato, mentre su Libutti e Petrella si attendono ancora novità.