30.6 C
Trieste
martedì, 28 Giugno 2022

La scienza raccontata dai ragazzi, presentato il nuovo giornale delle scuole di Trieste

10.06.2019 – 21.03 – Un emozionato gruppo di ragazzi e ragazze delle scuole elementari e medie di Trieste ha oggi presentato, nell’accogliente spazio di TS Città della Conoscenza, il nuovo giornalino scolastico: “AAAAAHHH… La scienza!“. Un volumetto simpatico e denso di informazioni, che si snoda tra interviste e reportage per 64 pagine fitte: più di tanti testate ufficiali in edicola. Scritto dai giovani triestini nell’arco di un anno, “AAAAAHHH… La scienza!” alterna articoli “seri”, con domande e risposte ai luminari della scienza di Trieste, a giochi, riflessioni personali, racconti e tanto altro. Accanto alla cura degli articoli, particolarmente di pregio è la qualità del prodotto finale: carta spessa e patinata, con quell’identica grafica vivace e dinamica caratteristica di Topolino&co. Stampato in cinquemila copie, il giornalino verrà distribuito tra le scuole primarie di Trieste all’inizio dell’anno scolastico 2019-2020.

Commosso l’intervento dell’assessore all’educazione, scuola, università e ricerca del Comune di Trieste, Angela Brandi, che ha raccontato che aveva sentito del giornalino, ma non immaginava sarebbe stato così interessante. L’assessore ha ricordato il suo passato scolastico, confrontandolo con il presente: “Se queste cose le avessi avute anch’io quando andavo a scuola, non sarei stata così negata nelle materie scientifiche come lo sono oggi. Perchè ho sempre visto le materie scientifiche molto ostiche, materia noiosa, molto difficile…” Tutto il contrario del giornalino in questione: “Invece approcciarsi alle materie scientifiche, alla matematica, alla scienza, alla fisica, in un modo così divertente, credo sia assolutamente unico”. L’assessore ha anche osservato come tanto gli scienziati intervistati, quanto i giovani partecipanti fossero quasi tutte donne e ragazze, a conferma di un cambio di paradigma in settore quale la scienza tradizionalmente maschile: “E abbiamo qui la dimostrazione che è un luogo comune che le ragazze non seguono le materie scientifiche, perché qui la maggioranza è femminile. È sicuramente un buon auspicio per il futuro”.

 

Non rimane che augurarsi che il giornalino veda il prossimo anno una seconda edizione, dando così via una fortunata serie, specie a fronte della graduale scomparsa dei giornalini scolastici, un tempo caratteristici di ogni istituto.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore