13.2 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

L’Alma Trieste supera la Vanoli 91-86, “salvata” da Dragic e Cavaliero

24.05.2019 – 07.50 – Durissima partita per la Pallacanestro Trieste 2004, che mette in gioco tutte le proprie carte contro una Vanoli Basket Cremona sottotono, ma capace fino all’ultimo di una pericolosissima ripresa. La partita – cruciale per i triestini – ha permesso di aggiudicarsi GaraTre, superando 91 – 86 il team di Sacchetti. Essenzialmente tre i punti di svolta per la Pallacanestro Trieste: il tiro da tre punti (14 su 31), la prestazione di Zoran Dragic (26 punti) e quella di Davide Cavaliero il quale, in uscita dalla panchina, ha segnato 16 punti.

All’Allianz Dome, il tecnico biancorosso inizia con Wright, Sanders, Dragic e Knox, inserendo Da Ros al posto di Peric: quintetto classico per coach Sacchetti con Diener, Saunders, Crawford, Aldridge e Mathiang. L’inizio di Trieste è firmato tutto da Dragic (4/6 da due, 6/10 da tre, 3 rimbalzi e 2 assist): “Zoki” prima ispira Knox, poi inizia a colpire sia in penetrazione che da fuori. Quando Da Ros segna su assist di Wright, Trieste va avanti 17 – 9: due bombe di fila di Dragic ampliano lo scarto fino al 23-12, un margine portato fino al +12 con la schiacciata di Mosley (28 – 16).

Il massimo vantaggio arriva nel secondo quarto, con la tripla di Fernandez: 31 – 16, poi Saunders si scuote e la coppia Ricci – Diener accorcia le distanze. Trieste difende efficacemente ed a rimbalzo è attenta, mentre la Vanoli non riesce ad essere costante in attacco: l’MVP del campionato Crawford viene contenuto a 5 punti, poi la frazione si conclude con Sanders che intercetta un pallone e va a schiacciare, mandando in visibilio l’Allianz Dome e firmando il 47 – 34 al 20’.

Nella ripresa, la Vanoli ritrova Crawford (2/5 da due, 5/11 da tre, 7/8 ai liberi, 5 falli subiti, 4 rimbalzi): l’ala di Sacchetti inizia ad andare in ritmo, ma Trieste è brava a mantenere per qualche minuto un margine in doppia cifra. Per i locali, Dragic mette dentro due bombe di fila e recupera un rimbalzo in attacco, segnando il 62 – 48: nei pressi del ferro, però, Mathiang (6/8 da due, 2/3 ai liberi, 7 rimbalzi e 3 schiacciate) è molto presente, mentre Diener e Stojanovic portano la Vanoli sotto la doppia cifra di ritardo. E’ un momento difficile per Trieste, che vede il suo vantaggio ridotto fino al 64 – 59: ci pensa Daniele Cavaliero, con un canestro in penetrazione e tre triple di fila. L’ultima, sulla sirena, vale il 75 – 62 e fa esplodere il palasport.

Nell’ultimo periodo, la Vanoli produce il massimo sforzo: Crawford continua a martellare il canestro, insieme a Ricci. Due canestri dell’ala italiana proprio allo scadere dei 24’’ portano la Vanoli sul meno sette (83 – 76): i triestini smettono di segnare, poi Fernandez segna da due punti tenendo Trieste sul +4. Nel finale, succede di tutto: sul punteggio di 86 – 81, Saunders segna una tripla a 20’’ dalla fine; Fernandez segna un libero, poi Crawford subisce fallo. L’ala segna i due liberi (87 – 86), ma dalla lunetta prima Peric e poi Cavaliero non perdonano, fissando il definitivo +5 che manda la serie alla quarta partita. Appuntamento sabato 25, all’Allianz Dome, alle ore 20.30 per cercare di prolungare ulteriormente la serie.

PALLACANESTRO TRIESTE – CREMONA 91 – 86

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica ne, Peric 8, Fernandez 6, Wright 6, Strautins 3, Cavaliero 16, Da Ros 10, Sanders 10, Knox 4, Dragic 26, Mosley 2, Cittadini ne. All. Dalmasson

Vanoli Basket Cremona: Saunders 8, Sanguinetti ne, Gazzotti ne, Diener 10, Ricci 13, Ruzzier 2, Mathiang 14, Crawford 26, Aldridge 3, Stojanovic 10. All. Sacchetti

Parziali: 28-16; 47-34; 75-62

Arbitri: Filippini, Weidmann, Borgioni

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore