”Immagini di lavoratrici triestine”, da Trieste a Rovereto: una mostra itinerante

29.04.2019 – 17.04 – Mani all’opera, capacità ed impegno. Dopo l’esordio al Museo Postale e Telegrafico della Mitteleuropa di Trieste, la mostra ”Immagini di lavoratrici triestine, tra ‘800 e ‘900″, ideata da Poste Italiane, continua il suo percorso arrivando a Rovereto dal 6 al 16 maggio presso il Palazzo Istruzione, in collaborazione con la Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento.

L’intera esposizione presenta la dinamica evoluzione del lavoro femminile, iniziata tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. Le immagini immortalano il duro lavoro cui le donne dell’epoca dovettero affrontare per sfuggire ad una condizione di misera precarietà, abbracciando mestieri e professioni di qualsiasi tipo. Si tratta sicuramente della fase embrionale di un lungo cammino di emancipazione: le donne escono per la prima volta dalle loro case, abbandonano una quotidianità legata prevalentemente a mansioni domestiche per andare nelle fabbriche, nei campi, negli uffici, negli ospedali, nelle sartorie, alla guida di un tram o nelle poste. Nei loro volti il visitatore coglie il cambiamento, la difficoltà, il sacrificio. Attraverso più di 60 manifesti, da un lato le testimonianze visive delle prime telegrafiste, dall’altro Poste Italiane oggi, con al suo interno una presenza femminile che supera il 50% del suo organico. Gli uffici postali sono infatti protagonisti dell’intera esposizione, mostrando anche il lato sempre più ”telematico” dell’impiego.

La scelta delle fotografie è il risultato di un’approfondita ricerca, curata anche dalla Rete EspansioniRassegna Internazionale d’Arte Contemporanea.