14.3 C
Trieste
sabato, 26 Novembre 2022

“Volt”, prosegue con l’appuntamento del 10 marzo a Trieste la raccolta di firme

09.03.2019 – 10.15 – Prosegue la raccolta firme del movimento politico paneuropeo Volt a Trieste per candidarsi alle elezioni europee. Domenica 10 marzo alle ore 10 in piazza Cavana il tavolo per le sottoscrizioni.

Firmare non comporta l’adesione a Volt. È un semplice atto di democrazia. “Tutti i cittadini dell’uno e dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tal fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini” (art. 51, comma 1 della Costituzione italiana). Così la nostra Costituzione sul diritto di ogni cittadino di essere eletto negli organi democratici: tra questi, il Parlamento Europeo.

Tra i dire e il fare però c’è di mezzo il mare e nel caso italiano il mare è costituito dalla norma che prevede, per la presentazione di una candidatura, una corposa raccolta di firme. Per poter concorrere alle elezioni, ciascuna lista di candidati deve presentare una dichiarazione sottoscritta da un numero di elettori dipendente dal tipo di votazione e dalla popolazione della circoscrizione elettorale interessata. Nel caso delle elezioni europee, il nuovo partito paneuropeo Volt deve raccogliere 150.000 firme per avere il diritto di presentare le sue liste elettorali. Le firme vanno raccolte su tutto il territorio (minimo 3.000 per Regione) e alla presenza di autenticatori (consiglieri comunali, giudici di pace, cancellieri, notai, e altri pubblici ufficiali). A fine febbraio Volt ha raccolto, in tutta Italia, 10mila firme. In altri Paesi europei questo numero sarebbe già sufficiente. Firmare non equivale a dare la propria adesione al programma di Volt né tantomeno iscriversi al partito. Firmare è un atto di semplice democrazia che permette alle persone che aspirano ad impegnarsi nella politica europea di candidarsi al Parlamento.

A Trieste l’appuntamento per la seconda tornata di raccolta firme è per domenica 10 marzo a partire dalle ore 10 in piazza Cavana, dove ci sarà un tavolo per la raccolta delle sottoscrizioni, con la presenza di un autenticatore. Il nuovo movimento Volt si propone come formazione politica autonoma a livello paneuropeo, con un unico simbolo ed un unico programma in tutt’Europa: la Dichiarazione di Amsterdam – disponibile su voltitalia.org.

[c.s.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore