11.4 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Legge “spazza corrotti”, Gabrovec: “Grosse difficoltà per la minoranza slovena”

18.03.2019 – 12.28 – La legge n. 3 del 2019 (nota come spazza corrotti), all’articolo 20 contiene una norma che rischia di mettere in crisi l’intero sistema associativo della minoranza linguistica slovena. E’ il consigliere regionale della Slovenska skupnost, Igor Gabrovec, a lanciare l’allarme su quanto si profila come un problema non da poco nel peculiare ecosistema del Friuli Venezia Giulia, caratterizzato da un intenso associazionismo.

“Il motivo è molto semplice: pur essendo la nostra una comunità non molto numerosa, dispone storicamente di una vasta rete di associazioni culturali, sportive, di beneficienza, ricreative, scolastiche, ecc. il che presuppone un ingente numero di presidenti, comitati direttivi ed organi vari che ogni associazione deve avere. Trattandosi di minoranza linguistica è chiaro che il numero di persone disponibili ad assumersi cariche associative è limitato, per cui è molto frequente che le stesse persone sommino cariche elettive politiche soprattutto nelle amministrazioni comunali, come anche nei partiti o movimenti politici con l’attivismo nelle associazioni”.

“La disposizione dell’art. 20 della legge 3/2019 rischia quindi di sottoporre alle gravose misure di controllo e rendicontazione dei bilanci, a cui sono correttamente tenuti i partiti politici, anche una pro loco o un’associazione sportiva o culturale della comunità slovena che, sfortuna sua, si trova ad avere per presidente o anche semplice componente del direttivo un sindaco, consigliere comunale o anche solo circoscrizionale, con effetti addirittura retroattivi di ben dieci anni”.

“Riteniamo quindi che sia indispensabile una modifica alla legge o quanto meno l’adozione di una norma attuativa dell’art. 20 della legge 3/2019 che vada a rideterminare in riduzione gli obblighi previsti almeno per le associazioni o istituzioni minori oppure ne limitino l’applicazione soltanto agli eletti nelle assemblee legislative (consiglio regionale, parlamento) o che ricoprono posizioni apicali nei partiti politici” conclude Igor Gabrovec, che è anche cofirmatario della mozione presentata dai colleghi del Partito democratico.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore