Elezioni Universitarie, il 3 e 4 aprile la votazione. “Alternativa Universitaria”.

26.03.2019 – 10.49 – Si svolgeranno il 3 e il 4 aprile 2019, settimana prossima, le elezioni universitarie per la scelta dei rappresentanti degli studenti nei consigli di dipartimento e negli organi collegiali universitari e regionali. In tutte le sedi distaccate dell’Università degli Studi di Trieste ci saranno i seggi dove poter andar a votare e in piena campagna elettorale, iniziano a comparire volantini e manifesti con i vari programmi delle liste ammesse e dei loro candidati.

Iniziando l’esame degli obiettivi programmatici con la lista “Alternativa Universitaria” si scopre che questa è stata costituita “per dare risposte all’esigenza sollecitata da parte di molti studenti di una lista di rappresentanza nuova, fresca, dinamica”. Luca Vidoni, referente della lista, spiega: “Questo progetto è stato costituito da un gruppo di studenti accomunati dalla volontà di portare avanti delle proposte innovative, che mirino a semplificare la vita degli studenti migliorandone la qualità. Dopo otto anni in cui hanno concorso alle elezioni le solite tre liste, il nostro obiettivo è quello di coinvolgere quanti più studenti possibile; crediamo che la nostra prima vittoria possa essere l’aumento dell’affluenza al voto, da sempre oggetto di astensionismo. Ci presenteremo in cinque dipartimenti e negli organi maggiori con ventisei candidati.”

I punti su cui si sono focalizzati i ragazzi di “Alternativa Universitaria” riguardano le tasse universitarie, per le quali son da rivedere le fasce ISEE per agevolare gli studenti, maggiori convenzioni per accedere a sconti sulla spesa, più aule studio in tutte le sedi dell’ateneo triestino e maggiori servizi quali l’insediamento di un’edicola, di un tabacchino e di una cartoleria. “Teniamo a precisare che i nostri candidati assicureranno di portare a fine il loro mandato, cosa non scontata visto che negli ultimi due anni le dimissioni e le decadenze sono state molte. Il caso più eclatante riguarda l’ARDISS, importantissimo per gli studenti, in cui su tre seggi da assegnare solo uno dei rappresentanti ha portato avanti il mandato fino alla fine. In questo senso, con la nostra lista, vogliamo cambiare rotta.” ha rassicurato Vidoni.