Utenze energetiche: come trovare il fornitore giusto?

19.02.2019 – 13.30 – Trovare un’azienda seria alla quale fare riferimento per le proprie utenze energetiche può sembrare un’impresa titanica, tuttavia non sempre lo è: affidarsi a degli esperti onesti è innanzitutto la chiave di volta per uscire dal labirinto dei diversi fornitori, contratti, proposte, perdite immani di tempo a fare conti e ore di fila agli sportelli.

Di aziende che si occupano di questo ve ne sono a bizzeffe, ma non tutte però, presentano le stesse caratteristiche che sono fondamentali per noi utenti finali.

In primo luogo, un’attività di questo tipo deve essere facilmente reperibile: quanto è semplice per l’utente reperire l’azienda nel caso in cui si volessero risolvere determinate problematiche? Un’azienda a portata di click o anche presente sui giornali è un’impresa che non ha paura di mostrarsi, anzi. Se poi si tratta di una realtà locale, ancora meglio in quanto non lavora sui grandi numeri, ma piuttosto sulla qualità. Questo significa che al minimo problema sarà possibile contattare l’attività telefonicamente o tramite chat, ricevendo in breve tempo tutta l’attenzione necessaria.

Oltre che ad essere reperibile e di dimensioni ridotte inoltre, l’azienda perfetta deve anche essere in grado di informare: un utente informato e consapevole non deve essere infatti considerato come un “peso”, anzi, l’impresa a cui fare riferimento deve preoccuparsi di informare i propri clienti e tenerli aggiornati sulle novità del settore che possono influenzare la vita degli utenti, nel bene e nel male. La trasparenza nell’informazione è quindi una caratteristica essenziale.

Gli elementi da valutare in un’azienda però non si fermano qui: un’impresa deve anche fornire ai propri clienti e non solo, consulenze specifiche per valutazioni professionali. Molte aziende già lo fanno, ma la consulenza rappresenta solo uno degli step necessari; quando si parla con un consulente professionale, questo deve infatti diventare un punto di riferimento per l’utente. Il consulente deve quindi essere presente: i conti in bolletta non tornano? Si deve poter tirare su la cornetta o inviare un messaggio e ricevere la risposta del consulente. Compaiono conguagli inaspettati? Il consulente entra in azione. Un consulente degno di tale nome deve essere considerato quindi dall’utente come una sorta di “angelo custode dell’energia”. Al minimo problema lui interviene.

Ma come è possibile reperire tutte queste informazioni su un’azienda? La risposta è molto più semplice di quanto sembri: leggere sempre le opinioni degli utenti. Chi meglio di chi ha già vissuto un’esperienza simile alla nostra può dirci come si comportano coloro a cui dovremmo chiedere aiuto?

Individuata l’azienda ideale, si dovrà poi avere a che fare con un consulente. Nel prossimo articolo quindi verranno presentati alcuni consigli per riuscire a comprendere se il consulente che si ha di fronte è un professionista dell’energia o meno!

Manuel Flaugnacco

[articolo sponsorizzato]