18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

“Mappe del Futuro”, Frassinelli presenta la “città ideale” di Caino alla Stazione Rogers

21.02.2019 – 08.30 – Sperduto nell’oceano informatico e informazionale del mondo attuale, l’uomo cerca una mappa con la quale orientarsi e in tal senso la Stazione Rogers ha offerto negli ultimi due anni un approdo sicuro, proponendo con “Mappe del Futuro tra Immaginazione e Realtà“, una serie di conferenze dove si propongono critiche e soluzioni. Il tutto all’insegna di una divulgazione sì erudita, ma ancora accessibile al grande pubblico.

Stavolta argomento sono le “Divagazioni sulla città di Caino“, previste questo venerdì 22 febbraio, ore 19, nella famigliare cornice della Stazione Rogers (Riva Grumula 14, Trieste). Relatore d’eccezione Gian Piero Frassinelli, proveniente dalla Facoltà di Architettura dell’Università di Lubiana.

A cavallo tra il 1971 e il 1972, Gian Piero Frassinelli del Superstudio realizza le cosiddette 12 Città Ideali, dodici visioni urbane del futuro, in forma di racconti, disegni e fotomontaggi. Si tratta di scenari inquietanti descritti con un impeto espressivo fuori dal comune, che rappresentano ciascuno un aspetto diverso di ogni città esistente o esistita, portato al limite estremo. A partire da Enoch, la prima città della storia, l’incontro propone una riflessione sulla città, sull’abitare e più in generale sullo “stare al mondo”, non di carattere urbanistico, bensì socio-antropologico, centrata sull’odio atavico di Caino (agricoltore e quindi, per definizione stanziale) per Abele (pastore e quindi per definizione nomade), cioè sull’odio e il disprezzo atavico di noi stanziali urbanizzati e costruttori di città, per i nomadi, zingari o migranti che siano. La ricorrenza del dodicesimo centenario della composizione del Trattato di Matematica di Al-Khwārizmī (pronuncia Algorezmi, da cui deriva l’oggi l’usatissimo termine algoritmo) offre nell’occasione l’opportunità di riconsiderare l’importanza del contributo “altro” alla costruzione della civiltà occidentale.

Al termine della conversazione, verrà proiettato integralmente il filmato, realizzato da Superstudio all’inizio degli anni ’70, Le dodici città ideali, premonizioni della parusia urbanistica.

Gian Piero Frassinelli è stato membro del Superstudio, importante gruppo di neo-avanguardia italiano, autore di progetti di architettura quali il Monumento continuo e la Supersuperficie. Nato a Porto San Giorgio (AP) nel 1939, si è laureato nel 1968 in Architettura a Firenze, con un progetto per un centro di studi antropologici. Da sempre, sociologia e antropologia culturale sono le angolazioni dalle quali predilige progettare e analizzare l’architettura.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore