Robot, Robin Hanson visita Area Science Park: “Gli EMS potrebbero sostituirci”

04.02.2019 – 18.07 – Nonostante le fosche previsioni del “guru” miliardario Elon Musk, i robot sono ancora lontani dal rimpiazzare l’essere umano. È la conclusione di un esperto dell’argomento, Robin Hanson, per la prima volta in Italia quale ospite di Area Science Park.

“Come in passato abbiamo avuto macchine che hanno sostituito il lavoro degli essere umani, lo stesso accadrà in futuro”, ha osservato Hanson. Si tratta tuttavia di una prospettiva piuttosto lontana nel tempo: “Dobbiamo aspettare a lungo prima che i robot ci sostituiscano in tutto e per tutto”.

Robin Hanson ha numerosi anni di esperienza come ricercatore nel campo dell’Intelligenza Artificiale alla Lockheed e alla N.A.S.A. e un dottorato in Social Science al Caltech (California Institute of Technology). Il seminario, tenutosi oggi nel campus di Padriciano di Area Science Park, è organizzato nell’ambito del programma di Aggiornamento Permanente di The European House – Ambrosetti, servizio di aggiornamento a livello nazionale dedicato a Top e Senior Manager.

“Interrogarsi sul futuro e sulle conseguenze che l’introduzione delle tecnologie digitali più avanzate porterà nella società è fondamentale per una comunità. Poterlo fare alla presenza e con il contributo del professor Robin Hanson è un privilegio” ha commentato Stefano Casaleggi, il direttore generale di Area Science Park, che ha aggiunto “L’incontro di oggi sancisce la collaborazione tra il nostro ente e The European House – Ambrosetti, una partnership tra il mondo pubblico e quello privato, da cui nasceranno occasioni di incontro su temi che hanno impatti diretti sul lavoro e sull’imprenditoria”.

Nel corso del suo speech Robin Hanson, per la prima volta in Italia, ha spiegato cosa sono gli “Ems” (abbreviazione di “emulazione cerebrale“), modelli computerizzati di un cervello umano, e come questi robot del futuro un giorno potrebbero sostituire l’essere umano in tutte le sue mansioni “sono in grado di compiere le stesse azioni di un uomo, ma costano di meno” ha spiegato il professore.

“Esistono diversi scenari in base ai quali gli uomini saranno sostituiti dai robot. Ovviamente mi riferisco a una realtà futuribile. In un caso il mondo cambierà all’improvviso poiché gli ems si approprieranno di tutti i lavori. In un altro, il tipo di automazione che già conosciamo sostituirà gradualmente l’uomo soltanto in alcuni mestieri specifici”.