Terremoto, lieve scossa vicino a Trieste questa notte attorno alle 5

08.01.2019 – 09.35 – Lieve scossa di terremoto, di magnitudine locale 2.5 (Richter), questa notte vicino a Trieste. Il movimento ha interessato alle 5.03 la zona carsica al confine fra Italia e Slovenia, nei pressi di Sezana.

La Scala ML (Magnitudo Locale), precedentemente nota come Scala Richter, identifica i terremoti sulla base di una scala strumentale (diversamente da altre scale di riferimento, la più nota delle quali è la Mercalli che osserva gli effetti del terremoto osservabili sul terreno). La scala è logaritmica e quindi al crescere del valore di riferimento (ad esempio, 4 invece di 2) gli effetti e la pericolosità si moltiplicano grandemente; un terremoto di scala 2 è equivalente a una grossa esplosione, è considerato molto lieve e si verifica circa 1000 volte al giorno su aree geografiche diverse. Il movimento tellurico causato da una carica esplosiva da cava è misurato in 1,5 ML. La pericolosità di un terremoto misurato in Scala ML inizia attorno ai gradi 5,5.

Consigli della Protezione Civile da seguire in caso di terremoto:

  • riparati sotto un tavolo
  • è pericoloso stare vicino ai mobili, oggetti pesanti e vetri che potrebbero caderti addosso
  • non precipitarti verso le scale e non usare l’ascensore
  • talvolta le scale sono la parte più debole dell’edificio e l’ascensore può bloccarsi e impedirti di uscire
  • se sei in auto, non sostare in prossimità di ponti, di terreni franosi o di spiagge. Potrebbero lesionarsi o crollare o essere investiti da onde di Tsunami
  • se sei all’aperto, allontanati da costruzioni e linee elettriche. Potrebbero crollare.
  • rimani lontano da impianti industriali e linee elettriche. È possibile che si verifichino incidenti
  • sta lontano dai bordi dei laghi e dalle spiagge marine. Si possono verificare onde di Tsunami
  • evita di andare in giro a curiosare e raggiungi le aree di attesa individuate dal piano di emergenza comunale. Bisogna evitare di avvicinarsi ai pericoli.
  • evita di usare il telefono e l’automobile. È necessario lasciare le linee telefoniche e le strade libere per non intralciare i soccorsi

È consigliabile anche non utilizzare lo Smartphone e non scattare foto o girare video per le condivisioni sui Social. Non tanto per motivi di Privacy (ferma restando la sua importanza), quanto perché il carico in termini di dati trasmessi in tempo reale potrebbe influire negativamente sulla disponibilità del traffico a disposizione per le operazioni di soccorso e localizzazione. In particolare in una situazione di gravità medio-alta.