20.6 C
Trieste
venerdì, 30 Settembre 2022

Terremoto a Ravenna: danni di lieve entità. La raccomandazione sull’uso dei Social.

15.01.2019 – 09.23 – Nuova scossa di terremoto, questa notte, che ha interessato non il territorio del Carso come si era pensato in un primo momento ma l’area adriatica di Ravenna. Area che è anch’essa da sempre, come buona parte dell’Italia, ad alto rischio sismico, con 19 terremoti documentati di intensità media e grave che distrussero chiese ed edifici storici provocando vittime. Nei periodi più recenti Ravenna ricorda terremoti con intensità analoga a quello di questa notte o poco inferiore nel 1947, 1966 e 1974.

Il terremoto ha avuto echi anche in Veneto e a Trieste e molti messaggi di segnalazione si sono susseguiti sui Social Network. La raccomandazione della Protezione Civile, in caso di scossa di terremoto, è quella di pensare alla sicurezza propria e altrui reagendo nel modo opportuno e di non intasare i Social e Internet con avvisi e rilanci. Un messaggio in un gruppo Facebook, purtroppo, non riesce a preavvisare del verificarsi di un terremoto e, se l’evento si è già manifestato e in particolare in caso di gravità, non aiuta lo svolgersi dei soccorsi a meno che non sia veicolato dagli organi di Protezione Civile stessi. Può, inoltre, anche indipendentemente dalla volontà di chi scrive il messaggio, fornire informazioni fuorvianti e contribuire ad alzare la soglia di percezione – fenomeno psicologico noto: se ogni giorno c’è un messaggio di allarme su Facebook, o in generale su un mezzo di comunicazione di massa, al messaggio di allarme vero si presterà poi meno attenzione. Il drammatico episodio di Rigopiano ricorda con quale facilità, incredibilmente, ciò possa verificarsi.

In via precauzionale, al fine di completare le verifiche di sicurezza, il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, ha deciso per la chiusura temporanea delle scuole e disposto sopralluoghi. I danni segnalati sono di lieve entità. Il movimento sismico si è manifestato in sciame con una scossa di lieve entità sulla costa ferrarese poco dopo mezzanotte, un’altra in Romagna e altre più forti a sudovest, a nord e sulla costa di Ravenna stessa.
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore