Salute, riforma approvata. Riccardi: “Programmazione sanitaria al via dal 2019”

06.12.2018 – 07.05 – Il Consiglio regionale ha approvato ieri sera il disegno di legge di riforma del sistema sanitario regionale: 27 sì della Lega, Progetto FVG, FI, FdI/An, 7 voti di astensione di M5S e Patto per l’Autonomia e Cittadini e 9 contrari, di Pd e Open Sinistra FVG.

Il vicegovernatore del Friuli Venezia Giulia con delega alla salute Riccardo Riccardi a seguito dell’approvazione già promette “di iniziare a pensare da subito al compito più importante che ci attende, quello della programmazione sanitaria sulla quale lavoreremo a inizio 2019“.

Non sono mancati riferimenti all’opposizione alla riforma, definita dal vicegovernatore un “coro stonato che ha cercato di mettere ostacoli di ogni sorta al raggiungimento di questo traguardo”.

Toni più morbidi con Fedriga, che ha ringraziato le opposizioni, alle quali ha spiegato che “è una riforma aperta al dialogo ed alcuni emendamenti non sono stati accolti perché si riferivano alla pianificazione, aspetto che andremo a costruire con la collaborazione di tutti”.

Il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga ha chiarito la scelta dapprima di separare ospedale e territorio e in seguito di abbandonare la proposta, criticata più volte dai responsabili della Sanità: “Il sistema sarebbe stato troppo stressato in caso di ulteriori stravolgimenti. Ecco perché abbiamo scelto di non elaborare la riforma perfetta ma quella più in grado di garantire risposte immediate ai cittadini”.