8.3 C
Trieste
mercoledì, 7 Dicembre 2022

Dipiazza: “Al via, concretamente, i lavori per la bonifica del terrapieno di Barcola”.

10.11.2018 – 08.31 – È stata approvata , giovedì 8 novembre, la delibera della giunta comunale  che rappresenta il primo passo concreto di intervento per il Porto Vecchio di Trieste relativamente al riutilizzo delle aree da bonificare, in particolare quelle del terrapieno di Barcola, oggetto di un intervento con fondi regionali pari a 5,5 milioni di euro: ne hanno dato notizia in conferenza stampa in Sala Azzurra a Trieste l’assessore all’urbanistica e ambiente Luisa Polli e il sindaco Roberto Dipiazza.
La forte azione per l’ottenimento dei fondi necessari è stata condotta in primo piano dal sindaco Roberto Dipiazza. I fondi rappresentano una cifra importante; l’assessore Polli ha ricordato però come alla luce delle esperienze precedenti vengano ritenute uno stanziamento adeguato, visti i particolari problemi che un intervento di bonifica come quello prospettato per Barcola pone. Ha sottolineato come esista una chiarezza di idee, all’interno dell’attuale amministrazione, su come procedere, e come sia previsto il coinvolgimento dell’assessore regionale Scoccimarro. La divisione in zone prevista per il Porto Vecchio ha indirizzo turistico-ricreativo-sportivo e verde pubblico, e la richiesta di bonifica è volta a questo tipo di destinazione d’uso. Il lavoro che si prospetta è rilevante ed è quindi intenzione del Comune creare una sinergia fra soggetti pubblici e privati.; per gli interventi saranno utilizzate le migliori tecnologie a disposizione, in una visione progettuale ‘Smart’ del Porto Vecchio che dovrebbe consentire in tempo ragionevoli il raggiungimento dell’obiettivo. Attraverso un tavolo congiunto è intenzione dell’amministrazione comunale cercare di saltare tutti i passaggi puramente burocratici che potrebbero causare rallentamenti.
“Per anni”, ha dichiarato in chiusura il sindaco Dipiazza, “sul terrapieno di Barcola sono state scaricate le ceneri del vecchio inceneritore di via Monte San Pantaleone – non del termovalorizzatore attuale, ma dell’impianto molto più vecchio. È molto importante portare a compimento la bonifica di quella che diventerà così un pezzo di riviera barcolana. Nella mia visione ho, oltre alla parte balneare, in mente un parco giochi e una zona legata allo sport. Con il parcheggio appena terminato, le famiglie e i cittadini avranno a disposizione una zona veramente molto bella, e ringrazio di cuore l’assessore Polli per il lavoro fatto”.
Per quanto riguarda i tempi precisi, il sindaco Dipiazza ha ricordato che gli stessi potranno essere resi noti con più precisione una volta avviati i primi lavori. “I tempi di realizzazione dell’opera potranno essere meglio delineati non appena completata la caratterizzazione del terreno. La discarica di materiale protrattasi nel tempo e risalente a molte decine di anni fa, infatti, potrebbe aver dato luogo a depositi di tipo diverso, più o meno problematici da affrontate. Non appena compreso questo, sarà possibile anche identificare anche come affrontare anche un eventuale problema di dilavamento relativo a materiale tossico ancora presente nel terreno, però è importante ricordare che potremmo anche trovarci di fronte a materiale inerte e quindi non presentante rischi o a rischio lieve. Credo che a Trieste in questi anni si sia dimostrata una certa efficienza ed efficacia nell’affrontare questo tipo di problematiche, e intendiamo continuare. Andiamo avanti”.
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore