10.4 C
Trieste
venerdì, 9 Dicembre 2022

Contro gli uomini di Rudic non c’è storia, alla Bianchi Trieste 2-15 Pro Recco

18.11.2018 – 22.00 | Una sconfitta pesantissima nel punteggio, quella patita ieri dagli uomini di Bettini alla piscina “Bianchi”, contro la fortissima Pro Recco dei fuoriclasse. Un risultato che comunque alla vigilia era stato messo in conto dai padroni di casa, che non possono dirsi quindi particolarmente delusi, anche se, a fine gara, il tabellone, impietoso, recita: Trieste 2-15 Pro Recco.

Fin dall’ingresso in campo, gli ospiti prendono il controllo del gioco, con Echenique che sigla una doppietta nei primi 4’di gioco. Poi Mandic e Ivovic, entrambi in superiorità, siglano rispettivamente il terzo e il quarto gol, che chiudono sullo 0-4 un primo quarto senza storia. Anche il secondo parziale segue lo stesso spartito, con la Pro Recco che spinge e Figari, Ivovic e Renzuto Iodice che portano a +8 la squadra ospite al momento del riposo di metà gara.

Nel terzo periodo, Rudic cambia il portiere: Tempesti viene mandato tra i pali al posto di Bijac (che era partito titolare), mentre il suo omologo, l’estremo difensore triestino Oliva, si esibisce in una serie di interventi meravigliosi, che però non sono sufficienti a tenere a bada i fuoriclasse liguri: Aicardi in superiorità, Renzuto Iodice su rigore e Gitto portano la Pro Recco sullo 0-11. Pur consapevole della differenza di livello con l’avversario, però, Trieste non si è mai arresa e, anzi, in un accenno di reazione, gli uomini di Bettini riescono a sfruttare l’unica superiorità loro concessa, con il capitano Giorgi che riesce a piazzare il pallone giusto sul primo palo, segnando l’1-11 su cui si conclude il terzo tempo. Nel quarto periodo la Pro Recco allunga ancora, legittimando la propria vittoria con le reti di Mandic, Di Fulvio e Aicardi. Bettini manda in campo il secondo portiere, Persegatti, ma la nota più lieta nella difficile partita alabardata è rappresentata dall’esordio in massima serie del classe 2001 Cosoli. Nel finale, la bordata dalla distanza di Gogov a 1’40” dal termine è il gol più bello della serata, ma a fissare il punteggio conclusivo ci pensa il ligure Molina con la rete del definitivo 2-15.

Trieste 2-15 Pro Recco (0-5; 0-3; 1-3; 1-4)
PALLANUOTO TRIESTE:
 Oliva, Podgornik, Petronio, Mladossich, Giorgi 1, Panerai, Gogov 1, Cosoli, Vico, Mezzarobba, Spadoni, Rocchi, Persegatti. All.Bettini
PRO RECCO: Tempesti, Di Fulvio, Mandic 2, Bukic, Molina 1, Velotto, Aicardi 2, Echenique 2, Figari 2, Renzuto Iodice 2, Ivovic 2, Gitto 1, Bijac. All. Rudic
Arbitri: Lo Dico e Schiavo
NOTE: nessuno uscito per limite di falli; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 1/1, Pro Recco 5/6 + 1 rigore; spettatori 800 circa

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore