Arena stradale di Trieste: usi e costumi che si dimenticano.

[inizia con oggi la passeggiata aperiodica di Trieste All News per le strade del centro, assieme a chi ci vive e ci lavora. Segnalazioni, spunti, documentazione fotografica per un vivere meglio. Si può.]

16.10.2018 – 15.54 – Tempi moderni anche per la nostra bella città. Usi e costumi che cambiano; il senso civico latita, e le regole, quelle del codice della strada, visto che di questo qui si tratta, a volte si “dimenticano”. Si sa che a polemizzare si fa sempre in tempo; ma se la polemica, come dovrebbe essere, è cosa costruttiva, ben venga. Quotidianamente le nostre strade somigliano sempre più ad un’arena. Frequentemente, purtroppo, con vittime. I Social Network, oltre a riportare la notizia, hanno un seguito di commenti e commentatori non sempre costruttivi: bisognerebbe fermarsi ad analizzare quanto in realtà accade. Spessissimo, infatti, i commenti non servono.

Vivere la strada come utenti comporta diritti e doveri. Un semplice rispetto del codice della strada, in una città che ha sicuramente una viabilità particolare, aiuterebbe di certo. Assistiamo ad un disprezzo delle regole ed a una crescita dell’arroganza di chi la strada la usa: pedoni “distratti”, automobilisti indisciplinati che parcheggiano su qualsiasi spazio e transitano in condizione di divieto, due ruote che “spadroneggiano”, ciclisti “esentati” dal seguire le regole. E quindi, dopo aver generalizzato, forse è il caso di entrare nello specifico, con qualche esempio, in maniera da coinvolgere tutti nella discussione e creare un qualcosa di costruttivo, per migliorare assieme. Buona passeggiata.

Francesco Ferrari