10.4 C
Trieste
martedì, 6 Dicembre 2022

Maltempo, Dal Zovo (M5S): “Servono politiche contro il cambiamento climatico, basta soluzioni tampone”

31.10.2018 – 13.42 – La consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Ilaria Dal Zovo ha commentato il recente disastro naturale nel Friuli Venezia Giulia, particolarmente grave in Carnia, ma senza trascurare i danni prodotti dal maltempo nei grandi centri urbani.

Secondo l’assessore, il problema è strutturale: senza negare l’eccezionalità dell’evento, la situazione non sarebbe risultata altrettanto drammatica se la regione negli anni precedenti avesse intrapreso un’adeguata politica rivolta al rispetto dell’ambiente e al rafforzamento delle infrastrutture. Non è infatti certamente la prima volta; “eventi disastrosi si verificano periodicamente negli anni: l’alluvione di Latisana del 1966, l’alluvione nel pordenonese del novembre 2002 e l’alluvione in Valcanale dell’agosto 2003 (non 30 anni fa), quando in poche ore ripetuti temporali interessarono l’area determinando piogge anche superiori ai 300 mm in 4 ore” ricorda Dal Zovo.

“I modelli climatici per il futuro indicano come, per le stesse località e per gli stessi livelli di precipitazione analizzati negli esempi storici, i tempi di ritorno di queste piogge estreme potrebbero diminuire. Quindi, rispetto allo stato attuale e in funzione dei diversi scenari di emissione, eventi simili a quelli analizzati potrebbero riproporsi in futuro con maggiore frequenza (dati tratti dallo Studio conoscitivo dei cambiamenti climatici e di alcuni loro impatti in Friuli Venezia Giulia, PRIMO REPORT – marzo 2018 Supporto alla predisposizione di una strategia regionale di adattamento ai cambiamenti climatici e per le azioni di mitigazione, a cura di ARPA FVG), e qual è la risposta della politica? Un sopralluogo empatico, una conta dei danni e uno stanziamento emergenziale di 10 milioni di euro come quello approvato ieri dalla Giunta. Sono soluzioni tampone.”

“A nostro avviso c’è, ed è molto presente, la necessità di un cambio di paradigma, vanno pensate e attuate politiche che vadano in direzione di azioni reali per prevenire e gestire l’inarrestabile cambiamento climatico in atto. In questa direzione sono le nostre proposte di legge, che speriamo saranno presto calendarizzate in Consiglio regionale. Riguardano l’istituzione di una banca della terra, che funga da catalizzatore per un presidio in territorio montano e la rivitalizzazione dei piccoli comuni; le città verdi che ha al suo interno misure atte alla de-impermeabilizzazione dei suoli e la corretta gestione e potatura degli alberi in città; la legge contro il consumo di suolo”.

“Mi auguro che, visti gli eventi degli ultimi giorni e l’attenzione che la maggioranza sembra dimostrare avere, sia aperta quanto prima una discussione sulle nostre proposte e si giunga a una corretta gestione e prevenzione ambientale che metta al riparo la nostra regione e i nostri cittadini da altre catastrofi” ha concluso la consigliera grillina.

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore