16.1 C
Trieste
venerdì, 30 Settembre 2022

Fondi UE, Roberti: totale appoggio dal Governo contro i tagli, a rischio i progetti Interreg

05.10.2018 – 08.38 – Il governo conferma l’impegno a combattere i tagli annunciati dall’Unione Europea a danno delle regioni italiane, con specifico riferimento al Friuli Venezia Giulia. La regione rischierebbe di perdere intorno al 40% dei fondi europei, compromettendo una vasta gamma di progetti 2014- 2020 già in avanzato stato di progettazione.

Ha discusso la questione a Roma l’assessore FVG alle Politiche europee, Pierpaolo Roberti, con i ministri Barbara Lezzi (Sud) ed Erika Stefani (Affari regionali): “La concertazione con Bruxelles – aggiunge Roberti – proseguirà ora in maniera molto più incisiva dopo che il Governo ha recepito perfettamente le nostre preoccupazioni. A questo proposito – ha assicurato l’assessore – la Regione fornirà tutto il supporto necessario affinché l’azione nei confronti dell’Unione Europea risulti il più efficace e puntuale possibile”.

“Non dobbiamo e non possiamo permetterci – sottolinea Roberti – di vederci ridotti, praticamente dimezzati, i 79 milioni di euro ricevuti per il periodo 2014-20 attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) per i programmi di cooperazione transfrontaliera con Slovenia, Austria e Croazia. Tanto più – conclude l’assessore – se consideriamo che, insieme al Veneto, il Friuli Venezia Giulia è la Regione più virtuosa in termini quantitativi e qualitativi nell’ambito dei progetti in cui risultiamo coinvolti”.

I nuovi criteri per la ripartizione riducono drasticamente i fondi europei per le popolazioni entro i 25 km dai confini terrestri e marittimi: una misura potenzialmente letale per uno stato affacciato sul mare quale l’Italia e altrettanto dannoso per il Friuli Venezia Giulia, regione che proprio dalle attività “confinarie” trae larga parte della sua economia. I tagli danneggerebbero infatti i progetti Interreg con Slovenia, Croazia e Austria; 8 collaborazioni transfrontaliere sulle 11 italiane e a loro volta sulle 19 europee. I progetti prevedono ad esempio collaborazioni per favorire il turismo, sperimentazioni nel campo delle tecnologie rinnovabili, studi sulle nanotecnologie e nuove forme di trasporto pubblico. Tanto sotto un profilo economico, quanto burocratico, questo genere di progetti è direttamente dipendente dall’Unione Europea.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore