07.09.2018 – 08.15 – Domenica 9 settembre si terrà, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, il primo Rugby Open Day della S. Ignazio SSD, società sportiva dilettantistica: si tratta dell’apertura di un nuovo corso orientato all’educazione sportiva e culturale dei propri  tesserati.

La location prescelta è quella di Villa Ara, in Via Monte Cengio 2, che sarà teatro di due ore di attività con istruttori federali pronti a far divertire bimbi e bimbe nati nelle annate 2011, 2012, 2013 e 2014 che volessero misurarsi con questo nobile sport.

L’intento è duplice: da un lato si vuole dare maggiore spazio ai più piccoli, inserendoli all’interno di un percorso sportivo, e dall’altro c’è la volontà di rilanciare le attività del centro di Villa Ara, una struttura storica e recentemente rinnovata che tornerà ad essere popolata da atleti. Il progetto nasce in un’ottica di rifondazione e di rinnovamento del centro sportivo che già in precedenza aveva svolto alcune giornate dedicate al rugby in collaborazione con il REP Rugby Trieste (Rugby Educativo Propaganda). Da qui vi è stata la presa di coscienza del potenziale che il centro avrebbe potuto avere, non solo come polo sportivo ma anche come opportunità per i più giovani di avere un luogo di aggregazione  alternativo, in uno spazio sicuro e condiviso dedicato non solo ai ragazzi ma anche alle loro famiglie, risorse fondamentali per il progetto, con i quali il centro si propone di creare un ambiente confortevole all’insegna del divertimento e dello sport.

L’Open Day si svolgerà in forma ludica, i bambini verranno infatti introdotti al rugby a cui saranno affiancate  svariate attività sportive proposte in modalità di gioco. L’evento sarà strutturato come una gara a punti, dove i bambini avranno la possibilità di segnare il loro punteggio sull’apposito volantino ideato proprio per l’occasione, con la possibilità di vincere premi alla fine del loro percorso. L’obiettivo è quindi quello di creare uno spazio comune, pensato come un doposcuola in cui viene data ai più giovani la possibilità di incontrarsi e praticare sport all’aria aperta, guidati da atleti professionisti che si occuperanno di seguirli durante il loro percorso. Il progetto inoltre prevede che Villa Ara nel corso del tempo diventi un centro polisportivo, ma il punto di partenza è il rugby, sport che permetterà ai ragazzi di sviluppare progressivamente le loro capacità motorie e non solo, in quanto questo sport abbraccia anche i valori dell’amicizia, della lealtà, del sostegno e della famiglia, rappresentando quindi un enorme apporto anche dal punto di vista psicologico ed emotivo dei ragazzi.

Il direttore sportivo del progetto è Tiziano Godina, giovane ed appassionato rugbista, nonché già tecnico federale a disposizione delle associazioni di rugby presenti sul territorio, che ha già alle spalle l’esperienza di allenatore di squadre giovanili maturata con la squadra del Venjulia. Lui assieme ad altri professionisti che collaborano al progetto, con il sostegno del FIR (Federazione Italiana Rugby), metteranno a disposizione le loro conoscenze e la loro passione per questo sport, consapevoli dell’importanza dei valori che esso è in grado di trasmettere.

L’evento permetterà inoltre di incrementare la cultura e la conoscenza del rugby, un’attività che va ben al di là dello sviluppo delle capacità motorie e che tramite il gioco di squadra è in grado di insegnare a grandi e piccoli la solidarietà e la collaborazione. L’ingresso è gratuito.