12.7 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Porto di Trieste, Giorgetti in visita: “Buon segno l’interesse della Cina”

16.09.2018 – 11.37 – Il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Giancarlo Giorgetti, ha visitato ieri il Porto di Trieste, accompagnato dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. Il sottosegretario si è dichiarato stupito dell’attività dello scalo, definendo “incredibili le cifre del trend del porto di Trieste”, in particolare nella sinergia tra Porto e collegamenti ferroviari con l’Italia e il Centro-Est Europa.

Il sottosegretario invece ha mantenuto un atteggiamento prudente a proposito degli interessi degli investitori cinesi a trasformare il Porto di Trieste in uno degli scali più importanti della “Belt And Road Initiative“: “Il Porto di Trieste è finito sui giornali per l’interessamento” da parte della Cina, ha osservato, “che mi sembra effettivamente ci sia. Poi come vada a finire non lo so. Però il fatto di essere corteggiati è sempre un buon segno”.

“Bisogna capire cosa vogliono fare i cinesi veramente – ha aggiunto – il Porto di Trieste ha le sue normative ed esigenze specifiche e quindi come tale deve essere salvaguardato nella sua specificità. Nessuno vuole svendere niente in Italia”.

L’Agi ha intervistato qualche settimana fa l’ambasciatore della Cina Li Ruiyu a proposito di accordi commerciali e discussioni finanziarie tra la Repubblica Popolare e l’Italia: nell’occasione l’ambasciatore ha chiaramente espresso la volontà della Cina di investire nel Porto di Trieste, costituendo infatti il principale scalo della via marittima della nuova “Via della Seta”, dal sud-oriente asiatico, al canale di Suez, fino alla città giuliana, ultima tappa prima dei porti del nord. È stato l’unico scalo italiano nominato nel corso dell’intervista, con accenni a “piani di sviluppo per il porto” inseriti all’interno di una prospettiva di crescita di lungo periodo.

“Bisogna capire dietro a eventuali proposte di acquisto, qui come altrove, che tipo di progetto nazionale c’è – ha soggiunto Giorgetti – mica soltanto guardare i soldi. Noi non vogliamo ragionare in questi termini”.

Il “corteggiamento” della Cina nei confronti di Trieste è stato reso possibile da una lunga attività del Presidente dell’Autorità Portuale, Zeno D’Agostino, in corso da più di tre anni, con missioni nel Paese e diversi accordi e proposte con i rappresentanti della China Communications Construction e di numerose aziende cinesi.

spot_img
Zeno Saracino
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore