“Approdi”: ballo flamenco con CoraViento e musica jazz nelle gallerie Kleine Berlin

31.08.2018 – 16.52 – Nonostante la concorrenza del Festival Show 2018, “Approdi” non desiste dall’incantare Trieste con i suoi ultimi itinerari, previsti tra sabato e domenica nei luoghi più inconsueti e suggestivi della città: teatro, danza, musica e live performance, all’insegna di un vero e proprio tour de force di esperimenti e forti emozioni.

In programma domani il secondo Tour Spirituale con partenza alle 20.30 alla Chiesa Luterana dove la Compagnia CoraViento propone l’intenso viaggio di musica e di ballo flamenco, ispirato alla tradizione e accostato alla musica contemporanea “Noche de Flamenco”. In scena il versatile pianista Tomaž Pačnik, il chitarrista bosniaco Mirza Redžepagić ed i ballerini Urška Centa, Mitja Obed e Simona Šturm. Un emozionante spettacolo dove i caldi suoni della tradizione si fondono assieme alle voci e ai battiti delle mani dei ballerini, creando un’atmosfera coinvolgente e travolgente.

La serata itinerante si sposta quindi alle gallerie Kleine Berlin di via Fabio Severo con l’eclettica cantante polacca Monika Bajer e il suo quartetto nel recital-spettacolo “Spiritual Journey without frontiers” che intreccia sentieri e sapori musicali differenti, provenienti dal gipsy, dalla canzone francese d’autore e dal jazz contemporaneo per fonderli in una forma originale dove le tradizioni della musica europea ed americana danno vita ad un viaggio sentimentale e spirituale. Finale di serata come sempre affidato ad un momento conviviale con l’aperitivo-degustazione condiviso tra pubblico e artisti.

Monika Bajer

Domenica 2 settembre è la volta del Tour Storico al Castello di San Giusto: alle 20.30 di scena lo spettacolo “Primi passi sulla luna. Divagazioni provvisorie per uno spettacolo postumo” firmato e interpretato dall’attore Andrea Cosentino. Gran finale al Bastione Rotondo con il duo “Baby Gelido“, composto da Daniele e Stefano Mastronuzzi, impegnati in un nuovo progetto di sonorizzazione nato apposta per Approdi, con la musicalizzazione del film muto del 1911 di Francesco Bertolini de L’Inferno, con sonorità che spaziano dall’industriale alle più raffinate melodie acustiche.

Per info e biglietti: pagina su Facebook @FestivalApprodiTrieste oppure [email protected]