Ministro Moavero Milanesi a Spalato per l’InCE, Iniziativa Centro Europea

11.06.2018 – 11.42 – Il nuovo Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Enzo Moavero Milanesi, sarà oggi 11 giugno 2018 a Spalato per partecipare allIniziativa Centro Europea (InCE), dedicata quest’anno al tema  Central European Initiative: perspectives of tomorrow“.

L’incontro riveste uno speciale interesse per il Friuli Venezia Giulia e la città di Trieste; l’InCE (1989) infatti è la principale e meglio articolata organizzazione regionale operante nel Centro e Sud Est Europa. Si tratta di un forum intergovernativo di cooperazione regionale comprendente 18 Paesi, di cui 10 membri UE (Austria, Bulgaria, Croazia, Italia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Ungheria), 5 partner UE con prospettive di adesione (Albania, Bosnia-Erzegovina, ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Montenegro, Serbia) e 3 beneficiari di politiche di vicinato UE (Bielorussia, Moldova e Ucraina). Attualmente la presidenza quest’anno spetta alla Croazia, mentre dal 2019 passerà all‘Italia. La sede ufficiale dell’organizzazione è proprio a Trieste (via Genova 9).

Nelle parole del Ministro Moavero, l’Iniziativa Centro Europea rappresenta “uno strumento nodale per il rafforzamento delle relazioni tra Paesi UE, Balcani occidentali e Paesi del Partenariato orientale dell’Unione, vero e proprio ponte tra queste regioni europee”. Non solo rapporti diplomatici, pertanto, ma ricerca di partner commerciali e progetti di sviluppo, con possibili conseguenze sull’economia della Regione. Il Centro Europa viene infatti considerata “area geostrategica decisiva per il futuro dell’Europa.”

Attualmente l’Italia ha supportato il Fondo InCE con oltre 50 milioni di Euro, finanziando progetti di cooperazione tecnica, di trasferimento di know-how e di best practices per lo sviluppo socio-economico, in vista dell’integrazione europea dei Paesi membri. “L’Italia, che si prepara ad assumere la Presidenza di turno InCE nel 2019, 30mo anniversario della sua fondazione, vuol farsi promotrice di un pieno rilancio dell’Iniziativa, anche tramite l’attuazione del suo piano d’azione per il triennio 2018-2020”.