Farmacia Picciola, attivo il servizio “Dormi” per chi soffre d’insonnia

02.06.2018 – 13.45 – Trieste, come altre città d’Italia, ha attivato il servizioDormi“: una consultazione con uno screening actigrafico del sonno per rilevare eventuali disturbi e fornire un’alternativa a chi non se la sente di andare in Ospedale. Il servizio è già disponibile presso la Farmacia Picciola alla Croce Bianca (via Alfredo Oriani 2). 

Dal 4 all’8 giugno è inoltre in programma la “Settimana del sonno”, un’occasione per chi soffre d’insonnia per incontrare i farmacisti che forniranno tutte le informazioni necessarie sul nuovo servizio “Dormi”, in modo da poter decidere se aderire al sistema per quantificare il proprio disturbo, con uno sconto del 20%.

Il servizio è stato ideato da SleepActa (spin-off dell’Università di Pisa): si tratta di un monitoraggio del sonno con braccialetti sensorizzati, che trasmettono poi i dati relativi al sonno del paziente al computer del farmacista, connesso al server di Sleep Acta, che analizzerà le informazioni ricevute. 

“La tecnica utilizzata per studiare il sonno in ospedale si chiama polisonnografia – spiega l’amministratore delegato di SleepActa Ugo Faraguna – E` un esame fastidioso, perché al paziente vengono applicati elettrodi, fasce e sensori per registrare durante la notte alcuni parametri fisiologici fondamentali. La nostra idea nasce dalla necessità di sviluppare un esame poco invasivo e sostenibile, in grado di descrivere e rendere oggettivamente misurabili le caratteristiche del sonno e delle sue frammentazioni, tipiche di alcune forme di insonnia. Abbiamo rivoluzionato un vecchio esame, l’esame actigrafico, aggiornandolo al 2018. Gli actigrafi corrispondono agli activity trackers, come Fitbit, Misfit, Apple Watch, Garmin Vivofit ecc. Abbiamo però dimostrato che molti di questi apparecchi, e le relative piattaforme dei produttori che ne analizzano i dati, sono imprecisi nel valutare il sonno. Solo con l’abbinamento al braccialetto del nostro algoritmo validato, basato su reti neurali artificiali, la misurazione del sonno diventa accurata e utile per studiare con cura il sonno”.

“La metodologia che proponiamo ha molti vantaggi e consente al paziente di utilizzare un braccialetto sensorizzato, resistente all’acqua, per quantificare il disturbo e per mettere a disposizione i dati al farmacista e al medico per valutare se intervenire farmacologicamente o meno. A Trieste, città di scienza e patria dell’innovazione, nonché mia città natale, il servizio Dormi ha trovato nella farmacia Picciola alla Croce Bianca del dottor du Ban di Largo Barriera il partner ideale per fornire questo innovativo servizio di monitoraggio del sonno”.

“Siamo felici di poter proporre questo test, che va ad aggiungersi agli altri già disponibili da anni nella nostra farmacia – dichiara il dottor Massimiliano du Ban – Il paziente viene introdotto all’esame con una serie di questionari validati che servono a mettere in luce le sue abitudini, poi indossa un braccialetto sensorizzato per una settimana e quindi viene invitato a ritirare nella nostra farmacia il risultato del monitoraggio, refertato da medici specialisti dei disturbi del sonno. I disturbi del sonno sono alquanto sottovalutati, anche se è ormai accertato che non dormire o dormire male predispone a diverse patologie importanti e possono avere cause e caratteristiche diverse”.

Al momento la sperimentazione è attiva in quattro farmacie d’Italia e ha avuto un certo successo, scoprendo veri e propri casi clinici nella popolazione, sottovaluti dagli stessi pazienti: in alcune occasioni il soggetto non riusciva a dormire più di un’ora alla notte.