16.1 C
Trieste
venerdì, 30 Settembre 2022

Festival vicino/lontano, oggi l’inaugurazione ufficiale

 

10.05.18    Dopo i numerosi eventi d’anteprima susseguitisi in questi giorni a Udine, oggi alle ore 18.00 presso la chiesa sconsacrata di San Francesco verrà ufficialmente inaugurata la 14esima edizione del Festival vicino/lontano. Se il momento più atteso della manifestazione coincide con la serata di premiazione del vincitore del Premio Letterario Internazionale Tiziano Terzani, quest’anno aggiudicato al giornalista Domenico Quirico per il suo saggio Succede ad Aleppo, è pur vero che il calendario degli appuntamenti si dimostra ogni anno più ricco e articolato. Incontri, dibattiti, conversazioni, conferenze, lezioni, letture, mostre, spettacoli e proiezioni animeranno infatti il centro storico del capoluogo friulano per quattro intense giornate, fino a domenica 13 maggio.
Tra le sedi predisposte per questa edizione, oltre alla suddetta chiesa, cornice di rilievo di molteplici incontri, e al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, che ospiterà sabato sera l’attesa cerimonia commemorativa di Terzani, si contano tre palazzi d’interesse storico-artistico, dieci librerie, il Parco di Sant’Osvaldo -un tempo Ospedale Psichiatrico di Udine-, diverse piazze cittadine e alcuni degli spazi espositivi udinesi di maggior rilievo, ossia Casa Cavazzini e la Galleria Fotografica Tina Modotti, cui si affiancano lo Spazio Make, la Stamperia d’Arte Albicocco e la Galleria temporanea Spazio Mosaico.
Anche la rosa degli ospiti coinvolti ha subito ampliamenti, pur mantenendosi su profili di alto livello, peculiarità pregnante del Festival. Così studiosi, giornalisti, filosofi, scrittori e artisti di prestigio internazionale si confronteranno e interagiranno con il pubblico al fine di analizzare, secondo prospettive differenti, i processi di trasformazione che stanno intervenendo nel mondo globalizzato. Dall’esame realistico delle disuguaglianze sociali e degli squilibri economici alla scottante tematica delle migrazioni. Dalla riflessione sul significato assunto nell’era del capitalismo sfrenato dal termine lavoro alle problematiche complicanze a questo connesse. Dalle discriminazioni di ogni genere alle mutazioni e responsabilità ambientali, dalla crisi geopolitica al futuro che attende i giovani. Queste le tematiche che verranno sviscerate nel corso della rassegna e a cui tutti sono chiamati a partecipare.

Questo il link al programma completo del Festival:

http://www.vicinolontano.it/programma_2018

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore