Torna Trieste Calling the Boss, con artisti emergenti e ospiti d’eccezione

24-04-2018 | 12.46 – Torna anche quest’anno, per la settima edizione, Trieste Calling the Boss. evento nato per celebrare il concerto di Bruce Springsteen a Trieste del 2012, che ruota attorno alla musica rock. Il filo conduttore di questa edizione, organizzata dall’associazione Trieste is Rock, sarà il quarantennale dell’album di Springsteen “Darkness on the Edge of Town”.

Tra il 26 aprile e il 1 maggio, saranno molte le location che ospiteranno il festival, a cui saranno presenti artisti sia della scena triestina, sia provenienti da altre parti d’Italia. Non mancheranno anche ospiti d’eccezione e talenti emergenti.

La kermesse si aprirà al Loft di Via Economo giovedì 26 aprile alle 20,30, con una serata dal timbro folk e cantautoriale a cui parteciperanno: il duo J Tommasini & Johnny Staxx, Anthony Basso (che vanta collaborazioni con artisti di fama mondiale), Riccardo Gileno, Rick Perovich e Cortellino.

La seconda serata del Festival, che si terrà il 27 aprile al Teatro Miela, sarà tutta al femminile, con Cristina Donà ospite d’eccezione, che si esibirà nello spettacolo “Canzoni in controluce”, che sarà aperto dall’artista triestina emergente Chiara Vidonis. La serata sarà inaugurata da altre due voci femminili: Fiore Lazzerini e Federica Crasnich proporranno infatti il proprio tributo al Boss.

Cristina Donà sarà ospite della seconda serata della kermesse

La giornata di sabato 28 vedrà prima protagonista il cantautore bresciano Riccardo Maffoni (vincitore nel 2006 di Sanremo Giovani) che, alle 17,30, presenterà al Loft il proprio nuovo album; in serata saranno invece presenti al Teatro Miela i Blood Brothers, una delle maggiori tribute band europee di Springsteen, la cui esibizione sarà aperta da due band triestine emergenti: The Rideouts e i Roy Force One.

Domenica 29 il Teatro Bobbio ospiterà, a partire dalle 18, il giornalista musicale Carlo Massarini, che ha contribuito non poco alla diffusione del rock in Italia, che, attraverso tracce originali, bootleg, aneddoti e curiosità racconterà “Darkness on the edge of town”, accompagnato da chitarre e voci del duo Riccardo Maffoni & Powlean. In serata, arriveranno al Café Rossetti i pesaresi Cheap Wine, che presenteranno il loro ultimo lavoro “Dreams”. Sarà poi omaggiato Tom Petty, scomparso lo scorso ottobre, con la Frank Get Band che accompagnerà le voci di Frank Get, Anthony Basso, Riccardo Maffoni, Jacopo Tommasini e Marco Diamantini, che si alterneranno sul palco.

Lunedì 30 aprile l’appuntamento sarà al Teatro dei Fabbri alle 17,30, dove musicisti appartenenti a varie tribute band di Bruce Springsteen reinterpreteranno con piano, chitarra e voce l’intero “Darkness on the edge of town”, intervallando le tracce con la lettura di alcuni brani provenienti dall’autobiografia del rocker americano, nello spettacolo “From Darkness to Broadway”. A leggere i vari passi, l’attore triestino Stefano Vettovani e l’attrice Sara Alzetta. Alle 20,30 al Teatro Miela, dopo l’apertura di Carlo Ozzella, saranno in scena la Mama Bluegrass Band e Matthew Lee.

Matthew Lee, giovane pianista e cantante pesarese con già oltre mille concerti alle spalle

La giornata conclusiva dell’evento, martedì 1 maggio, si aprirà allo Stabilimento Balneare Ferroviario di viale Miramare alle 12 con un pranzo accompagnato dalla musica, con Renato Tammi e Raffaele Pastore; seguiranno Carlo Ozzella e, infine, Powlean.