16.1 C
Trieste
venerdì, 30 Settembre 2022

Sionismo, nazionalismo arabo e diritti cristiani: presentazione di “Qualestoria” al Museo Carlo e Vera Wagner

09.04.2018 – 11.31 – Verrà presentato martedì 10 aprile, ore 18, al Museo della comunità Ebraica di Trieste Carlo e Vera Wagner il nuovo numero della rivista di storia contemporanea “Qualestoria“: argomento il complesso rapporto tra sionismo, nazionalismo arabo e difesa dei diritti cristiani. L’evento è organizzato dal Museo e dall’Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell’Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia.

Il tema de “Il mondo cattolico e la Terra Santa nel Novecento” è stato infatti affrontato dalla professoressa Tullia Catalan (Università degli Studi di Trieste) e dal dottor Paolo Zanini (Università degli Studi di Milano) che dialogheranno con Raffaella Perin (Università Cattolica Sacro Cuore di Milano).

“I rapporti tra la Chiesa cattolica e il movimento sionista, prima, e lo Stato d’Israele, poi, sono stati al centro di numerosi studi che hanno mostrato la complessità di relazioni che intrecciano necessariamente la dialettica fra cattolicesimo ed ebraismo europei nel periodico che va dalla nascita del movimento sionista di fine Ottocento alla proclamazione dello Stato d’Israele e poi negli anni dell’indipendenza israeliana.”

“Questo numero monografico, si inserisce dunque in una consolidata tradizione storiografica che da lungo tempo si interroga circa i rapporti tra Chiesa e Israele; esso, non di meno, mira ad apportare alcuni significativi elementi di novità, documentari ed interpretativi, grazie agli interventi che lo compongono. Essi sono espressione di ricerche recenti, in numerosi casi ancora in corso, basate su fonti inedite, sinora frequentate dagli storici soltanto in maniera marginale e rapsodica.”

“Il nucleo tematico di questo numero monografico è rappresentato dalla relazione tra la Chiesa e il sionismo in un arco cronologico compreso tra i primordi del movimento sionista e la fondazione dello Stato di Israele, allorché l’accordo fondamentale tra la Santa Sede e il governo israeliano diede un preciso contenuto politico-diplomatico ai cambiamenti culturali e teologico che si erano iniziati a delineare già a partire dalla promulgazione della dichiarazione Nostra Aetate. Una dichiarazione che, unitamente ai più complessivi esiti del concilio Vaticano II modificò la tradizionale teologia cattolica nei confronti dell’ebraismo, influendo in modo significativo anche sui rapporti politico-diplomatici tra la Chiesa e Israele.”

Il volume è acquistabile presso l’Università degli Studi di Trieste.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore