30.9 C
Trieste
martedì, 28 Giugno 2022

James Taylor Quartet al Teatro Miela, tra jazz e spy movies

03.04.2018 – 18.40 – Un sabato esplosivo con Il Miela Music Live, 7 aprile, ore 21.30: James Taylor Quartet (JTQ) è infatti il primo dei quattro appuntamenti del ciclo di aprile. Un concerto definito come una miscela di tutto, dal Soul, Funk, Jazz, Spy Movies, R’n’B, abilmente coordinato e rimescolato dall’organo Hammond di Taylor. In seguito all’esperienza inclassificabile della musica del JTQ è stato coniato il termine “Acid Jazz“, del quale il gruppo è infatti simbolo e archetipo.

Il primo singolo dei JTQ fu la cover (1985) di un brano di Herbie Hancock, Blow-Up (già sigla dell’omonimo telefilm degli anni sessanta). L’album di debutto si intitolava Mission Impossible, e consisteva in una raccolta di cover in versione funk di sigle di film degli anni sessanta. Il secondo album, The Money Spyder, era la colonna sonora di un film di spionaggio immaginario. Al tempo stesso cresceva la reputazione delle performance live del gruppo, basate su sonorità funky con spazio per gli assoli e coinvolgimento del pubblico.

Tra la fine degli anni ottanta e l’inizio degli anni novanta la reputazione del gruppo crebbe grazie alla rivisitazione in chiave “hammondistica” di The Theme from Starsky and Hutch (la sigla dell’omonimo telefilm).
Agli inizi degli anni novanta il gruppo cambiò direzione, componendo qualche album soul, ma il richiamo dell’acid jazz con le tipiche sonorità dell’organo Hammond fecero sfornare a James Taylor l’album In The Hand Of The Inevitable, uno dei più venduti e apprezzati del gruppo.

Per festeggiare 25 anni di carriera musicale, nel 2011 James Taylor Quartet pubblica l’album in studio The Template (aprile 2011) a distanza di due anni dal precedente New world.
Sempre alla ricerca di nuovi sodalizi sonori, escono con il nuovo esperimento musicale intitolato The Rochester Mass: un disco unico, distribuito in Italia da Goodfellas. Registrato in un giorno con il coro di Rochester, The Rochester Mass è il primo album di funk e musica sacra mai pubblicato, un raro esempio di fusion.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore