27.7 C
Trieste
mercoledì, 29 Giugno 2022

Teatro Verdi, “Un ritratto in punta d’arco”: omaggio a Mozart

13.03.2018 – 13.18 – È un’appassionata dedica a Wolfgang Amadeus Mozart e ai suoi immortali Quartetti d’Archi il terzo concerto in cartellone per la Stagione Cameristica 2018 dell’Associazione Chamber Music Trieste: lunedì 19 marzo, alle 20.30 al Teatro Verdi di Trieste – Sala Ridotto Victor De Sabata appuntamento con “Un ritratto in punta d’arco”, il concerto affidato al Leipzig String Quartet, da trent’anni sulle scene internazionali, fra i più celebrati Quartetti d’Archi sulla scena cameristica internazionale. Conrad Muck e Tilman Büning violino, Ivo Bauer viola e Matthias Moosdorf violoncello offriranno al pubblico di Trieste una raffinata selezione dalle partiture del genio austriaco, con il Quartetto n.1 in sol maggiore K.80, il Quartetto n.8 in fa maggiore K.168 e il Quartetto in si bemolle maggiore “La Caccia” K.458.

Il Leipzig String Quartet è composto da tre musicisti che furono prime parti della famosa Gewandhaus Orchestra di Leipzig, prima di decidere nel 1993 di dedicarsi completamente alla musica da camera. Dopo gli studi con l’Amadeus Quartet e con Gerhard Bosse, Hatto Beyerle e Walter Levin, il Quartetto ha vinto numerosi premi e riconoscimenti, come il Secondo Premio all’International ARD Munich Competition nel 1991, il Busch Brothers Award e il Siemens Music Prize nel 1992. Si è esibito in oltre 40 nazioni ed è stato invitato nei più importanti festival: vanta un ampio repertorio quartettistico, con oltre 300 lavori di 100 diversi compositori. Il Quartetto si dedica anche alla musica contemporanea e ai lavori dei compositori moderni: le registrazioni spaziano da Mozart a Cage e includono i lavori completi di Brahms, Mozart, Mendelssohn-Bartholdy, Schubert e della Seconda Scuola Viennese.

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore