24.6 C
Trieste
lunedì, 4 Luglio 2022

“A Sarajevo il 28 giugno”: tra esperienza museale e teatro

06.03.18 – 19.52 Ritorna al Museo di guerra per la pace “Diego de Henriquez” – grazie alla collaborazione fra il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia e il Comune di Trieste – lo spettacolo “A Sarajevo il 28 giugno” di Gilberto Forti, nato da un’idea dello scrittore e giornalista Paolo Rumiz.

Lo spettacolo – produzione del Teatro Stabile regionale – ha già debuttato nel 2015 con molto successo, tanto che è stato richiesto e riproposto ogni anno: dal 6 al 18 marzo 2018 “A Sarajevo il 28 giugno” avrà un’ulteriore serie di repliche, in parte riservate alle scuole (in orario mattutino), in parte (in orario serale e pomeridiano) aperte a tutti gli interessati.

L’iniziativa offre l’opportunità di ripercorrere una pagina fondamentale della Storia del Novecento, riscoprendo contestualmente una parte molto rilevante e attuale del patrimonio museale della città.

A Sarajevo il 28 giugno” conquista il pubblico perché possiede una cifra particolare: prevede che gli attori recitino fra le sale e i reperti dell’interessante Museo di guerra per la pace “Diego de Henriquez”, dunque fra veri e propri “pezzi di storia”. In questo modo gli spettatori a loro volta si muovono incontrando la Storia e visitando il Museo.

Al centro dello spettacolo è infatti l’attentato di Sarajevo, di cui furono vittime l’Arciduca Francesco Ferdinando e sua moglie Sofia: un gesto crudele che scosse l’Europa, e da cui ebbe origine la Prima guerra mondiale. L’episodio viene raccontato da alcuni testimoni diretti dell’attentato, secondo una modalità drammaturgica che ricorda le “interviste impossibili”: personaggi dell’epoca che in costume storico attendono il pubblico che si muove fra le sale.

“Venne dopo molti anni un testimone e poi un altro… Furono ascoltati, e ciascuno offrì la sua versione, con circostanze, nomi, altri dati. Sì, tutti erano testi volontari, giunti da varie parti dell’impero. Benché fossero testi immaginari, pure ognuno di essi era nel vero”.

Le recite aperte a tutti si terranno: venerdì 9 marzo (ore 21), sabato 10 marzo (ore 19.30), domenica 11 marzo (ore 17), giovedì 15 e venerdì 16 marzo (alle ore 21), sabato 17 marzo (ore 19.30) e domenica 18 (ore 17).
I biglietti si possono acquistare in prevendita (a 15 € con riduzione a 12 € per Under 26 e Over 65) presso la Biglietteria del Politeama Rossetti e tutti i punti vendita del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia: saranno in vendita i posti ancora disponibili anche al Museo di guerra per la pace “Diego de Henriquez” a partire da mezz’ora prima dell’orario d’inizio, nelle repliche aperte al pubblico.

 

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

Dello stesso autore