11.6 C
Trieste
sabato, 10 Dicembre 2022

Protesta degli addetti alle mense comunali: ipotesi di accordo tra sindacati e Dussmann. Sciopero sospeso

3.3.17 | 21.20 – Sembra aprirsi uno spiraglio nella vicenda dei lavoratori addetti alle mense del Comune di Trieste scesi in sciopero per protestare contro il taglio di orari e salari e condizioni di lavoro definite “insostenibili”; dopo una lunga trattativa – protrattasi per gran parte della notte – tra le organizzazioni sindacali e la Dussmann, e in virtù dell’apertura dell’azienda appaltatrice, lo sciopero, previsto anche per la giornata di oggi, è stato sospeso e il servizio è ripreso in maniera regolare.

Gli addetti alle mense di scuole e asili del Comune di Trieste – circa 150 persone, per gran parte donne – lamentavano soprattutto il taglio lineare, (nell’ordine del 20-25%) dell’orario di lavoro e la conseguente decurtazione degli stipendi scesi mediamente a 500 euro.

Tra i primi risultati concreti portati a casa dai sindacati: il consolidamento dell’aumento delle ore giornaliere (42), più un ulteriore pacchetto orario (35) riguardante le ore straordinarie; il riconoscimento dei livelli per le addette alla mensa che svolgono mansioni di aiuto cuoca e la copertura delle sostituzione del personale assente, effettuata utilizzando in via prioritaria i lavoratori già presenti nell’ambito dell’appalto.

“Lo sciopero è stato sospeso – precisano le organizzazioni sindacali – ma lo stato di agitazione permane“.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore