15.9 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Meteo, tuono fortissimo a Trieste: ecco il video del fulmine caduto in Carso

14.1.2017 | 9.43 – Dalle 17 di ieri, venerdì 13 gennaio, parte della città è stata colpita da una nevicata che ha imbiancato il Carso e le zone limitrofe, fino a quote anche più basse. La neve è infatti scesa circa fino all’altezza del Ferdinandeo, mentre in città ha semplicemente piovuto. Grazie al grande spiegamento di uomini e mezzi, i disagi sono stati ridotti al minimo; è stata tuttavia necessaria la momentanea chiusura della SR14 (Strada per Basovizza) nel tratto compreso tra il bivio ad H-ex Dazio e Basovizza, a causa di alcuni mezzi pesanti intraversati su un tornante.

Ha destato qualche preoccupazione il forte boato udito da molti cittadini attorno alle 18.30, in parecchie zone della città: si trattava di un semplice (ma potente) tuono, causato da un fulmine (nella foto) creatosi nello scontro della massa di aria fredda proveniente dalla Slovenia con l’aria più calda della costa. Un evento sicuramente insolito in questa stagione, che ha pertanto allarmato molti residenti.

A questo link il video del fulmine.

Durante la fase critica, Trieste Trasporti ha dovuto limitare il percorso di alcune linee, le quali sono tuttavia ritornate a percorrere i regolari percorsi di linea dalle ore 22:00, come riportato sull’ultimo aggiornamento pubblicato da TT. Il personale aziendale ha percorso con mezzi di servizio le strade maggiormente a rischio lavorando in sinergia con le altre istituzioni, al fine di garantire comunque la massima copertura del servizio minimizzando i possibili rischi.

Il Comune di Trieste, tramite il tag #AllertaMeteoTs ed i numerosi canali ufficiali, comunica che al momento tutte le strade della provincia risultano regolarmente aperte e non vi sono particolari impedimenti alla circolazione: le principali arterie cittadine sono state pulite e trattate con soluzione salina da Acegas, mentre l’ANAS si è occupata delle strade di sua competenza. Non vi sono criticità nemmeno sulle vie notoriamente insidiose, come Scala Santa e via Bonomea, ma si raccomanda di prestare comunque attenzione per la possibile formazione di lastre di ghiaccio nella notte.

Per la giornata di domani l’OSMER prevede cieli sereni o poco nuvolosi, mentre in serata potrebbe tornare a soffiare Bora. In mattinata sono possibili residue formazioni di ghiaccio al suolo, soprattutto sull’altipiano.

articolo e foto di Federico Maccari de Smecchia

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore