Oggi a Montuzza i funerali di Valentina Chiaruttini, l’impiegata della Genertel uccisa da una grave infezione

24.2.2016 | 7.44 – Oggi alle 11, nella Chiesa di Sant’Apollinare di Montuzza, sarà dato l’ultimo saluto a Valentina Chiaruttini, la donna di 35 anni, uccisa in pochi giorni da un batterio. Il peggioramento repentino delle sue condizioni aveva portato sabato scorso all’evacuazione improvvisa degli uffici di via Stock della Genertel, dove Valentina Chiaruttini lavorava. L’obiettivo: la totale igienizzazione degli ambienti. Una operazione che aveva destato serie preoccupazioni nei dipendenti dell’azienda.

Da registrare, nelle ultime ore, anche l’unico bollettino medico diramato dall’Azienda ospedaliera. «La direzione dell’Azienda ospedaliero universitaria e dell’Azienda per l’Assistenza sanitaria, in relazione alla vicenda della morte dell’impiegata Genertel Valentina C., esprime vicinanza ai familiari e comunica che non si tratta di un caso di meningite. Si è trattato di una grave infezione che non comporta pericoli per la salute pubblica».