21.5 C
Trieste
giovedì, 18 Agosto 2022

Il musical “Romeo e Giulietta.Ama e cambia il mondo” da mercoledi’ al Rossetti per l’unica tappa in Regione

romeogiulietta3.5.15 | 21.30 – Arriva al Rossetti, dove sarà in programma dal 6 al 10 maggio– per l’unica tappa in Regione –  “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo “opera musicale prodotta da David Zard, che in passato ha portato a Trieste gli spettacoli “Notre Dame de Paris” di Riccardo Cocciante e “Tosca Amore Disperato” di Lucio Dalla.

Dal suo debutto il 2 ottobre 2013 all’Arena di Verona, Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo il musical prodotto da David Zard con la regia di Giuliano Peparini, le musiche di Gerard Presgurvic ed i testi in italiano di Vincenzo Incenzo, è stato rappresentato in Italia per 13 tappe, totalizzando oltre 500.000 spettatori in 209 repliche.

” Romeo e Giulietta. ama e cambia il mondo è un’opera moderna – così l’ha definita il produttore David Zard nel corso della presentazione (alcuni giorni fa) al Rossetti – e continua il filone della tradizione tipicamente italiana del melodramma, modernizzato con un grande apparato scenico e le voci amplificate, artificio che permette agli interpreti di esprimersi al meglio sia col canto che con la recitazione”.

” La scrittura musicale dello spettacolo, a differenza dei musical anglosassoni – ha chiosato Zard nella sua appassionata presentazione -è molto latina, mediterranea, con sonorità alle quali siamo più abituati”.
Che questo “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo” sia uno spettacolo “diverso”, lo testimonia la forte presenza sui social con una fan-base che supera i 260.000 “mi piace” su Facebook, 3.200 followers su Twitter, 5.200 followers su Instagram, 5.000 su Youtube, 1 milione di visite al sito e 720.000 visualizzazioni sul canale Youtube ufficiale.

Il Politeama Rossetti è – assieme al teatro degli Arcimboldi di Milano – il solo teatro storico in grado di “contenere” il complesso e grande spettacolo tratto dal capolavoro di Shakespeare.
L’intimità di una sala tradizionale saprà anche giovare alla messinscena di una storia d’amore così delicata e universale.

Fedele alla trama shakespeariana, il musical scritto da Gérard Presgurvic è dal 2001 – anno del debutto assoluto in Francia – un successo planetario che ha esaltato il pubblico in Spagna, Romania, Belgio, Canada, Inghilterra, Olanda, Russia, Austria, Ungheria, Corea, Taiwan (Taipei), Giappone.

Il merito, oltre che dell’intramontabile storia, è delle belle musiche, molto pop, che Presgurvic (ha composto per Patrick Bruel, Florent Pagny, Mireille Mathieu) ha composto con fantasia, riuscendo a intrecciare modernità e romanticismo.
Completano il quadro i testi di Vincenzo Incenzo lo stile coreografico singolare e la regia innovativa di Giuliano Peparini – coreografo del megashow Le Reve di Franco Dragone a Las Vegas.

In un allestimento moderno e continuamente mutevole grazie a scenografie computerizzate e proiezioni in 3D, si muovono poi interpreti di ottimo livello, freschi, giovani, travolgenti nei numeri d’assieme (ci sono balletti di vero impatto), dalle voci convincenti e sensibili nel restituire caratteri e sentimenti dei rispettivi personaggi.

Giulietta verrà interpretata da Giulia Luzi, presente fin dagli esordi dello spettacolo, mentre Romeo sarà Federico Marignetti (già applaudito a Trieste in Spring Awakening), Gianluca Merolli, già visto in We Will Rock You, sarà Tebaldo.
Il conte Capuleti ha la potenza vocale di Vittorio Matteucci, Lady Capuleti è la dotatissima Barbara Cola ( già in coppia a Sanremo con Gianni Morandi ) e la sua antagonista Lady Montecchi è l’ex Matia Bazar Roberta Faccani.

La versione italiana ha debuttato il 2 ottobre 2013 all’Arena di Verona in diretta tv, ma, ha assicurato Zard , lo spettacolo è molto più bello di quello visto in televisione, risultato “troppo scuro” e con gli interpreti tesi per la prima su un così importante e prestigioso palcoscenico.

I biglietti, per quello che si preannuncia come un evento molto interessante, sono disponibili presso i consueti circuiti e punti vendita dello Stabile regionale.

Ulteriori informazioni sul sito del teatro www.ilrossetti.it e al tel 040-3593511.

Marco Bonini

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore