27.7 C
Trieste
mercoledì, 29 Giugno 2022

Il Vescovo “contestato” nella parrocchia di Santa Croce

( il Vescovo Crepaldi in una foto di repertorio)
( il Vescovo Crepaldi in una foto di repertorio)Il

01.10.14 | 17.00- Non sembra placarsi il clamore causato dalla morte di don Maks Suard, parroco di Santa Croce, suicidatosi a causa di un presunto episodio di pedofilia avvenuto 17 anni fa.

Questa mattina, nell’occasione della festa di Ognissanti, il Vescovo di Trieste mons.Crepaldi, ha compiuto una visita a sorpresa alla chiesa di Santa Croce celebrando la Messa.

Al suo arrivo parte dei componenti del Consiglio parrocchiale hanno abbandonato la chiesa, raccogliendosi in preghiera sul sagrato.

Tra i motivi della protesta pare ci sia la maniera con i quali la Curia ha gestito la questione; una gestione che, secondo voci che girano all’interno della comunità slovena, tenderebbe a mettere in cattiva luce la comunità stessa.

Nella stessa serata del ritrovamento del corpo senza vita del sacerdote, la Curia aveva diffuso un comunicato dando una spiegazione su quanto avvenuto, era seguita la diffusione delle lettere lasciate da don Suard, nelle quali era contenuta una sorta di confessione dell’episodio del quale era accusato.

Era anche seguita una lettera divulgata da alcuni ex studenti del parroco, con attestazioni di affetto e stima per il lavoro fatto all’interno della comunità .

Rimane viva l’attenzione dei media, a volte con toni morbosi, francamente non condivisibili, nel volere dare un “volto” alla vittima che meriterebbe il rispetto della tante volte invocata “privacy”.

Marco Bonini

( riproduzione-riservata)

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore