26.3 C
Trieste
domenica, 7 Agosto 2022

La principessa Elettra Marconi in visita in Municipio e al Civico Museo del Mare‏

CRONACA La figlia del celebre scienziato ha ritirato il “Premio Cinzia Vitale 2014” e ha fatto visita al Civico Museo del Mare

1.4.2914 | 8.20 – Pochi giorni fa Trieste ha ospitato un ospite d’eccezione: la principessa Elettra Marconi, figlia del noto e grande scienziato Guglielmo Marconi.

La principessa Marconi si trovava nel capoluogo giuliano per ritirare, presso il Circolo Ufficiali di Trieste, il “Premio Cinzia Vitale 2014” nel corso del “Gran Galà di Primavera” organizzato dall’Associazione Culturale Onlus “Cinzia Vitale” ma anche per celebrare il 110esimo anniversario del varo della nave-laboratorio del padre.

Molto chiare e semplici le motivazioni che l’hanno portata a ricevere il premio: «per aver continuato a dare voce a suo padre Guglielmo Marconi, uomo e scienziato che ha dedicato tutta la vita al benessere dell’umanità, dando inizio con le sue invenzioni a una nuova era in cui ha voluto collegare i continenti aiutando la pace e l’unione tra popoli. Oltre cento anni fa, il giovane Marconi ha saputo essere un pioniere: la sua abilità di essere allo stesso tempo scienziato, inventore e imprenditore lo hanno condotto ad agire senza frontiere, in una dimensione internazionale. A sua figlia Elettra il merito di aver ricordato alle nuove generazioni del mondo un uomo unico per il suo genio».

Durante la serata è stata anche consegnata la “Borsa di Studio per la Pace”, bandita annualmente dalla Vitale Onlus, a due studenti del Collegio del Mondo Unito dell’Adriatico, l’egiziano Seif Rafik e l’israeliano Michael Ben Ami, proclamati vincitori da una giuria presieduta dal generale Franco Angioni, il quale tra il settembre del 1982 e il febbraio del 1984, nell’ambito della prima guerra libanese e successivamente al massacro di Sabra e Shatila a Beirut, ha guidato il contingente italiano in Libano.

«Con il loro elaborato – spiega Roberto Vitale – Seif e Ben Ami hanno saputo proporre delle nuove iniziative a favore della convivenza pacifica tra gruppi di diverse etnie e religioni, risultando capaci di promuovere la fratellanza tra i popoli».

Nelle stesse giornate di visita la principessa Marconi si è anche recata, insieme al figlio Guglielmo Giovanelli Marconi e al giornalista Roberto Vitale, presso il Municipio di Trieste, dove è stata accolta dal Sindaco Cosolini e dal vise Sindaco Martini.

Dopo il saluto e il benvenuto delle istituzioni la principessa e il figlio si sono recati al Civico Museo del Mare e si sono intrattenuti soprattutto nella sala “Guglielmo Marconi” in cui sono conservati parecchi cimeli che si trovavano a bordo della nave Elettra, nave al cui varo, avvenuto nel settembre 1961 negli stabilimenti monfalconesi del Crda, era presente anche la principessa Marconi insieme alla madre. Grande la commozione della principessa alla vista delle strumentazioni che si era ritrovata ad utilizzare quando era solo una bambina.

La visita della principessa è stata anche l’occasione per presentare il nuovo logo del Civico Museo del Mare.

Alessia Liberti

(Riproduzione_riservata)

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore