14.3 C
Trieste
sabato, 26 Novembre 2022

Ferriera, M5S contesta la giunta Serracchiani.

CRONACA Prodani: «I 42 milioni di euro non sono per le bonifiche, le risorse stanno a zero». Patuanelli: «Ignoranza o malafede, l’assessore Vito dovrebbe dimettersi»

14.3.2014 | 8.52 – «L’assessore regionale Sara Vito dovrebbe dire le cose come stanno e leggere con maggiore attenzione l’accordo di programma. Non è vero che i 42 milioni di euro sono per le bonifiche, come da lei sostenuto ieri in Consiglio regionale». Il deputato del MoVimento 5 Stelle Aris Prodani contesta duramente le dichiarazioni della giunta Serracchiani sulle bonifiche previste per la Ferriera di Servola.

«26 milioni e 100 mila euro sono infatti per il marginamento (Fondi Par Fsc), risorse già accantonate dalla giunta Tondo, e altri 15 milioni di euro sono invece per l’impianto di depurazione per il trattamento delle acque (Fondi Fsc) – spiega Prodani -. Si tratta quindi di interventi di messa in sicurezza. Resta da capire invece quale sia stato l’utilizzo dettagliato dei 13 milioni e 400 mila euro assegnati con l’accordo di programma del 2012, destinati alle prime azioni propedeutiche alla bonifica del Sin. Pertanto al momento – Prodani – le risorse per le bonifiche stanno a zero».

«Forse l’assessore Vito non sa la differenza tra interventi di messa in sicurezza (come la rimozione di cumuli di inquinanti ed il barrieramento a mare) e di bonifica – aggiunge il consigliere comunale M5S Stefano Patuanelli -. Mentre per i primi sono previsti precisi finanziamenti nell’accordo di programma, per i secondi nulla si sa né si dice. La risposta dell’assessore o è in malafede, e quindi dovrebbe dimettersi per questo, oppure è stata data per ignoranza. E l’effetto – conclude Patuanelli – dovrebbe essere il medesimo».

Alexandra Del Bianco

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore