16.7 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Robert Capa in scena al Teatro Miela

Successo di pubblico per la proiezione del documentario “Robert Capa. In love and war”.

Sala colma con soli posti in piedi al teatro Miela ieri sera, per la visione del documentario prodotto dalla PBS TV nel 2003, che traccia la vicenda umana e artistica di uno dei più grandi fotoreporter di guerra: Robert Capa
Introdotto da Piero Colussi, “Robert Capa. In love and war”, attraverso straordinari materiali d’archivio e interviste inedite a persone che hanno potuto testimoniare in maniera diretta la grandezza di questo artista della fotografia, permette di entrare nell’animo di Robert Capa e percorrerne gli accadimenti che lo hanno portato a essere un modello per tutti i fotoreporter di guerra e non solo. (Video 1)

Emozionanti e profondissimi gli scatti proposti, supportati da musiche e suoni che esaltano il racconto e che guidano la biografia di un uomo passionario ed esuberante che ha dato testimonianza di cinque diversi conflitti bellici.
Ma celebre anche per aver ritratto le vite di famosi artisti come Pablo Picasso e Ingrid Bergman, con la quale ebbe una cocente storia d’amore clandestina. (Video 2)
Il ritratto è quello di un artista che ha saputo vivere il suo tempo, inseguendo il sogno di diventare uno dei più grandi fotografi di sempre. Riuscendoci. Ma anche quello di un uomo passionario, sognatore, mondano. Amante delle donne, delle scommesse e della bella vita. (Video 3)
“Robert Capa. In love and war” in definitiva, dona allo spettatore ciò che lo stesso Capa otteneva dalla sua fotografia: “Essere lì con lui durante i suoi scatti, vivere il momento”, come afferma Piero Colussi, soprintendente di Villa Manin. Ed è proprio Villa Manin che accoglierà fino al 2 febbraio 2014 “Robert Capa. La realtà di fronte“, una grande retrospettiva dedicata al famoso fotografo.
“Grazie alla collaborazione dell’agenzia Magnum Photos di Parigi e dell’International Center of Photography di New York, con le sue 180 fotografie, oltre a garantire un percorso antologico completo, permetterà di conoscere ed approfondire un aspetto poco noto del lavoro di Capa, quello di cineasta e di fotografo di scena.”

Enrico Ferri

(Riproduzione riservata) 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore