14.3 C
Trieste
sabato, 26 Novembre 2022

Applausi e tante risate per “La cena dei cretini” di Zuzzurro e Gaspare

SPETTACOLI Il due comico intrattiene gli spettatori del Bobbio con uno spettacolo divertente e dinamico, particolarmente apprezzato dal pubblico presente in sala

9.2.2013 | 18.43 – Tanti applausi e risate alla prima de “La cena dei cretini” del duo comico Zuzzurro e Gaspare in scena al teatro Bobbio di Trieste. Il pubblico ha particolarmente apprezzato l’esilarante comicità di uno spettacolo, scritto negli anni Novanta, che è diventato ormai un classico del teatro contemporaneo.

Nonostante l’influenza, che in questo periodo non risparmia nessuno, nemmeno gli attori, che si sono presentati sul palco un po’ acciaccati, ma che hanno dimostrato la loro bravura riuscendo a intrattenere il pubblico tra battute, malintesi e colpi d scena. Una commedia fresca e divertente, che colpisce tutti con il suo sarcasmo, sia l’ingenuo e imbranato Pignon, sia il burbero e un po’ arrogante Brochant.

Dall’incontro di questi due personaggi, il cretino invitato a cena per essere deriso a sua insaputa e l’uomo di successo, si snoda tutta la trama, dando vita a un dialogo pieno di incomprensioni e fraintendimenti che porteranno quasi alla catastrofe. Un colpo della strega dà il via al tutto e da lì si susseguono le gag della commedia, che porteranno il pubblico a chiedersi chi sia il vero cretino.

Nel riadattamento italiano della commedia del francese Francis Veber non mancano riferimenti all’attualità, anche se sono presenti in minima parte, quel tanto che basta per fare in modo che il pubblico si immerga maggiormente nella rappresentazione e ne assapori meglio lo spirito divertente che si vuole far emergere.

L’ambientazione in un salotto dell’alta società parigina rende la commedia ancora più paradossale, facendo emergere la meschinità del proprietario di casa, nonostante la raffinatezza dell’arredamento che lo circonda. Un’immagine di perbenismo che ben presto si rivela nella sua essenza, cioè semplicemente un modo per nascondere i propri segreti e la propria identità, che non equivale certo al buon gusto superficialmente palesato dai quadri preziosi e dai mobili antichi che adornano il suo soggiorno.

Ad accompagnare sulla scena il duo formato da Andrea Brambilla e Nino Formicola, in arte Zuzzurro e Gaspare, ci sono Maurizio Lombardi, Gianfranco Candia e Alessandra Schiavioni, che si sdoppia interpretando sia il ruolo della moglie sia quello dell’amante di Brochant.

Un cast che è in grado di intrattenere il pubblico in maniera fenomenale e che dà vita a una messa in scena davvero coinvolgente e divertente, capace di allietare la serata agli spettatori che lasciano la sala soddisfatti e appagati.

Nicole Mišon

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore