22.1 C
Trieste
domenica, 2 Ottobre 2022

Successo di partecipazione per il torneo in memoria di Francesco Pinna

VOLLEY Una festa dello sport per ricordare il giovane volontario di Calicantus morto nel crollo del palco di Jovanotti al PalaTrieste

17.12.2012 | 13.04 – Una grande festa dello sport, che ha coinvolto giovani da tutta la regione, insieme ad aziende di rilevanza internazionale attive sul territorio, un momento di aggregazione voluto per ricordare Francesco Pinna attraverso la Calicanto Onlus, l’associazione che si occupa di sport integrato tra ragazzi abili e diversamente abili, dove il ragazzo prestava servizio come volontario.

Alla manifestazione hanno aderito le principali realtà imprenditoriali di Trieste e della regione, come Generali, Illy, Warstila, Trieste Trasporti, Pacorini, che per l’occasione hanno dato vita a squadre di pallavolo, insieme ad altre formazioni, che hanno aderito con entusiasmo. In campo, per l’occasione, sono scesi politici della città, gruppi di colleghi e amici, formazione

FRANCESCO PINNA: Francesco Pinna, 20 anni, studiava all’Università di Trieste e nel tempo libero era uno dei volontari della Calicanto onlus, dove con passione e dedizione era coinvolto soprattutto nelle attività sportive. Ma Francesco era impegnato anche saltuariamente nel lavoro e il 12 dicembre 2011 all’interno del Pala Trieste, faceva parte del gruppo di operai che si occupavano del montaggio del palco di Jovanotti, per il concerto serale. Francesco morì in seguito al crollo della struttura.

SQUADRE – Ad affrontarsi nell’arco di tutta la giornata formazioni appartenenti ad alcune delle maggiori imprese del Friuli Venezia Giulia, accanto a scuole e rappresentative create per l’occasione. Queste le squadre: Illy, Calicanto Trieste, Calicanto Monfalcone, Oratorio Gesuiti, Wartsila, Generali, Polizia Locale di Trieste, politici del Comune di Trieste, Volley sempre volley, Pacorini, Pacorini Metals, On Stage, Trieste Trasporti, Lloyd Register, Giovani per un Mondo Unito (presente anche con la squadra Pallavolo Insieme), Siot, Judo Makoto, Istituto Nautico Now (ragazzi che frequentano la scuola), Istituto Nautico Old (compagni di classe di Francesco Pinna), Happy Volley (genitori dei ragazzi), Asl Trieste, Università di Trieste, Amici del Presidente (un rappresentanza della Fondazione Luchetta, Ota d’Angelo).

RISULTATIPrimo posto per la squadra della Trieste Trasporti, secondi gli Amici del Presidente, terzo posto per Warstila, alla fine delle tante partite giocate dal mattino al pomeriggio.

SOSTEGNO – Il Memorial Francesco Pinna è stato organizzato grazie al prezioso contributo dell’Assessorato regionale alle Attività produttive, retto da Federica Seganti. “Il Memorial Francesco Pinna è un evento importante per la nostra regione, perché permette di ricordare la figura di questo giovane scomparso tragicamente e prematuramente oltre che della sua dedizione al mondo del volontariato. Inoltre, l’iniziativa ha ormai superato i confini del Friuli Venezia Giulia divenendo in brevissimo tempo un riferimento a livello nazionale”. E grazie alla collaborazione dell’assessore comunale Emiliano Edera, grazie al quale sono stati messi a disposizione gli spazi che ospiteranno le partite di volley. In campo oggi lo stesso assessore Edera, nella formazione composta dai politici del Comune di Trieste

MAGLIETTE SPECIALI – L’associazione Calicanto ha realizzato quasi 500 magliette, consegnate ad atleti e staff. E’ stato scelto il colore verde, il preferito di Francesco Pinna.

ADOZIONI – Nel corso della giornata e’ stata avviata una raccolta fondi, destinati all’adozione di quattro bambini, due abili e due disabili, in India e in Etiopia, grazie alla volontà della Calicanto e della famiglia Pinna. I piccoli verranno adottati a distanza attraverso l’organizzazione AMI.

STAFF – A rendere speciale la giornata anche uno staff composto da tantissimi ragazzi, che in forma gratuita si sono messi a disposizione della manifestazione per prestare servizio in vari settori, tutti mossi da grande entusiasmo e voglia di contribuire alla buona riuscita dell’evento. Complessivamente sono stati un centinaio, in particolare gli studenti dell’Isis Pertini di Monfalcone, impegnati nei vari servizi proposti, con uno spazio “baby sitter” per bambini, dove intrattenere i figli dei giocatori impegnati nel torneo, con la preparazione dei pasti, grazie ai ragazzi della scuola alberghiera, in aggiunta a un nutrito gruppo di studentesse nel ruolo di hostess.

CALICANTO ONLUS – L’attività rivolta ai ragazzi abili e diversamente abili insieme è iniziata nel 1996 a Trieste grazie alla professoressa Elena Gianello, tuttora alla guida dell’associazione, diventata poi Calicanto onlus. Negli ultimi anni le varie discipline praticate sono state estese ai ragazzi di tutta la regione, con l’apertura anche di Calicanto 2 a Monfalcone e Calicanto 3 a Udine e provincia.

 
spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore