13.6 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

Giovane abbandona un frigorifero in strada: per lui 206 euro di multa

CRONACA Non contento ha lasciato vicino ai cassonetti in via dell’Agro anche un mobile-bar

4.6.2012 | 15.15 – Rispettare l’ambiente significa avere una città più bella e, quindi, vivere meglio. La Polizia locale fa la sua parte utilizzando gli strumenti a disposizione, prima di tutto l’applicazione delle norme: nelle ultime settimane le sanzioni per i mozziconi di sigaretta buttati a terra – nonostante i numerosi posacenere pubblici – hanno destato l’interesse dei media. Ma la salvaguardia del decoro delle strade non può limitarsi solo a questo. Un fenomeno altrettanto fastidioso è quello di depositare rifiuti ingombranti in prossimità dei cassonetti, soprattutto in periferia: tanto, prima o dopo, qualcuno li porterà via.

Elettrodomestici, sedie, materassi o addirittura divani interi, trasformano alcuni marciapiedi in mini-discariche (nella foto un televisore abbandonato in via Capitolina alcune settimane fa). Non è una questione puramente estetica bensì di igiene e sicurezza: alcuni oggetti, per il materiale di cui sono fatti, costituiscono anche un rischio per l’incolumità dei passanti.

È proprio il caso dell’altro giorno quando una pattuglia della Polizia locale ha colto sul fatto un giovane di 26 anni mentre depositava vicino ai cassonetti di via dell’Agro, a due passi da viale D’Annunzio, un mobile-bar e un frigorifero: è scattata subito la multa di 206 euro e l’obbligo di ripristinare il luogo così com’era prima.

Il comune ricorda che i rifiuti ingombranti devono essere portati negli appositi centri di raccolta e, per chi fosse impossibilitato, c’è uno speciale servizio di raccolta a domicilio, su appuntamento (tel. 040.779.3780 da lunedì a sabato con orario 8-17). Per ogni altra informazione rimandiamo al sito di Acegas-Aps.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore